Special e Elaborazioni

pubblicato il 16 novembre 2016

Yamaha XT500 by North East

La voglia di enduro si propaga come un virus

Yamaha XT500 by North East
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 1
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 2
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 3
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 4
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 5
  • Yamaha XT500 by North East - anteprima 6

Quella che vedete qui sopra è una Yamaha XT500 customizzata da due ragazzi di Padova – di North East Custom – che avevano come obiettivo quello di ricostruire una versione contemporanea di un modello celebre degli anni ’70. Parliamo, pensate, di una enduro di circa 40 anni che a guardarla potrebbe essere una novità di Eicma 2016; sì perché il mercato va sempre più in quella direzione, ossia nella riproposizione in chiave moderna di modelli classici del passato. Ma torniamo a noi.

Moderna ma fedele al passato

Il lavoro di customizzazione ha riguardato innanzitutto l’impianto elettrico, completamente rivisto, come testimoniano le luci a LED (il faro anteriore è di una BMW R45) di ultima generazione. Spicca una nuova forcella upside-down, ammortizzatori più lunghi al posteriore, ruote con cerchi più larghi e una nuova configurazione del freno a disco. Non cambia il serbatoio, riverniciato e rimodellato solo nella parte anteriore per far posto alla forcella più grossa. Interpretano invece un ruolo da protagonista gli pneumatici tassellati, che comunicano in qualche modo la vera e propria essenza di questa moto: una enduro senza se e senza ma, una di quelle pure e crude da portare lì dove l’asfalto lascia il posto allo sterrato e farla derapare fino alla noia.

Stuzzica la fantasia

Torniamo su questa terra. La parte posteriore del telaio è stata rivista per dare spazio alla nuova sella più corta rivestita in pelle. Nuovo è anche il silenziatore, la cui installazione ha comportato altre modifiche “di contorno”. Piccole modifiche hanno interessato i due parafanghi, quello posteriore e quello anteriore. Ci sono, infine, una nuova strumentazione, un nuovo manubrio e nuove manopole. Ma la ciliegina sulla torta è rappresentata senza dubbio dalla tradizionale colorazione gialla e nera che dona a questa realizzazione un tocco di modern-classic. E viene subito voglia di guidarla…

Autore: Francesco Irace

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top