Attualità e Mercato

pubblicato il 11 ottobre 2016

Ecco dove finiscono i motorini rubati

Ladri sempre più abili a far sparire in fretta la refurtiva

Ecco dove finiscono i motorini rubati

Quando viene rubato un motorino, le probabilità di ritrovamento sono ridotte quasi a zero: il mezzo viene spesso cannibalizzato, cioè smontato e portato chissà dove, spesso in altri paesi. Chi abita al Sud ha qualche speranza in più di rivederlo, specie a Napoli e Caserta, perché potrebbe essere ricontattato. E ricevere una richiesta di riscatto, ossia qualche centinaia di euro per riavere lo scooter. Ma in generale, come vengono trasportati all’estero i motorini rubati?

Cosa è successo

Di recente, un cittadino francese di origine tunisina (S.D., 38 anni), alla guida di una Porsche Cayenne, stava per imbarcarsi al porto di Genova per raggiungere Tunisi. Nel mega Suv aveva bendue scooter rubati (all’estero, ma la procedura per quelli che spariscono in Italia è identica), un MBK 50 e uno Yamaha Aeros 50. Smontati e privi di chiavi e documenti. Il conducente sosteneva che, dopo aver lasciato la sua residenza in Francia, era passato in Svizzera e lì, lungo il confine, aveva acquistato i due mezzi per soli 500 euro da improvvisati venditori: l’uomo veniva tradotto nel carcere di Marassi con l’accusa di riciclaggio.

Molto diffuso

Gli uomini della Polizia Stradale genovese non sono certo nuovi a simili operazioni (risalgono a pochi giorni fa i sette arresti che hanno interrotto un traffico internazionale di auto di lusso), e i controlli di questo tipo nel porto di Genova rientrano ormai in una consolidata routine. L'imbarco genovese è infatti il principale "ponte marittimo" con il Nord Africa e qui confluiscono merci di ogni tipo. Spiega la Stradale: “Si immagina il nordafricano che si imbarca per tornare al suo Paese. Con un furgone pericolosamente caricato all'inverosimile, che trasporta ogni genere di masserizia. E spesso, lì dentro, la Polizia ha scovato scooter, moto e perfino biciclette rubate. Stavolta, invece, su una lussuosa Porsche Cayenne, acquistata pochi giorni prima da un libanese”. È l’evoluzione dei furti in Europa, con i ladri che possono disporre di veicoli costosi per mettere a segno i colpi.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , varie


Top