Sport

pubblicato il 10 ottobre 2016

MotoGP: a Marquez non servono altri podi per vincere il titolo

La matematica non è un'opinione e Marc può diventare campione anche arrivando sempre quarto

MotoGP: a Marquez non servono altri podi per vincere il titolo

Fra pochi giorni si tornerà a parlare di MotoGP, con il primo dei tre appuntamento extracontinentali in Giappone, nell'ormai celeberrimo circuito di Motegi. Sulla pista di proprietà Honda, l'attuale leader di campionato proverà a mettere la parola fine al campionato, cercando di aumentare il già ampio distacco da Valentino Rossi e rendendo quasi impossibile una rimonta, che già ora presenta molte difficoltà.

Un po' di calcoli

Stando ai calcoli di motorsport.com, il pilota Repsol Honda non solo ha un vantaggio consistente di 52 punti su Vale, ma non avrà necessità di salire più sul podio nelle ultime 4 gare, anche se il Dottore dovesse vincerle tutte. Se Marc si dovesse classificare sempre quarto e Vale sempre primo, il titolo andrebbe nelle sue mani con 4 punti di distacco. Più dura sarà per Jorge Lorenzo, che da terzo in classifica a 182 punti, deve sperare che Marquez non faccià più di 33 punti in 4 gare, con l'obbligo ovviamente di vincerle tutte lui.
Sono calcoli fatti per assurdo, dubitiamo che Valentino abbia la possibilità di vincere tutte le gare da qui alla fine della stagione, men che meno Lorenzo. L'equilibrio prestazionale fra i piloti di testa e le 8 gare con 8 vincitori diversi di questa stagione hanno dato ragione al numero 93 della Honda, obbiettivamente il più regolare e quello che ha spinto di più in questi mesi.

Quasi titolato, ma non può distrarsi

Marquez, tutto sommato, non ha ancora la possibilità di festaggiare e dovrà rimanere concentrato nel finale. Un solo errore da parte sua galvanizzerebbe i suoi due avversari diretti che farebbero di tutto per giocarsi quell'ultima possibilità rimasta. Tra le altre cose, poi, tutti dovranno gestire al meglio irruenza e nervosismo, non vorremmo che anche il 2016 vada a finire con scorrettezze e dichiarazioni poco carine come lo scorso anno.
Parafrasando quel famoso film: È la matematica, bellezza! E tu non ci puoi far niente!

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp


Top