Novità

pubblicato il 4 ottobre 2016

Yamaha MT-09 e MT-10 SP 2017

Cambia completamente l'estetica della tre cilindri, mentre la naked sportiva ora è più esclusiva

Yamaha MT-09 e MT-10 SP 2017
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 1
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 2
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 3
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 4
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 5
  • Yamaha MT-10 2017 - anteprima 6

Un cambiamento così radicale non ce lo aspettavamo davvero! La Yamaha MT-09 riceve un'estetica completamente diversa per il 2017 e sposa linee più tese, aggressive e singolari, cambiando i connotati a quello stile fra hi-tech e sobrietà che ha contraddistinto il modello di debutto della famiglia a 3 cilindri. A questa novità si affianca una nuova versione della MT-10, la SP, che promette performance ancora maggiori.

Cambia tanto l'estetica

La MT-09 2017 stupisce davvero, e lo fa con un muso che non ha nulla a che fare con la versione passata. Il singolo faro lascia spazio a due sottili occhi a LED che estremizzano lo sguardo torvo già visto sulla MT-10, le sottili luci diurne poste appena sotto, invece, fanno il verso alla R1. Le prese d'aria sono maggiorate e ridisegnate, ma si raccordano allo stesso serbatoio della precedente versione.
Il codino cambia completamente, con un telaietto inclinato verso l'alto che permette di estremizzare la lina del posteriore e di adottare un faro che taglia nettamente la parte finale e presenta spigoli e LED molto personali: le luci posteriori a LED a 3 dimensioni dal design spigoloso che, viste dall’alto, disegnano una “M”. La sella è più piatta e più alta di 5mm. Per la prima volta su una Yamaha arriva la moda del momento, quella del parafanghetto posteriore con portatarga integrato e infulcrato nel forcellone. 

Aggiornamenti per migliorare la guida

L'estetica completamente diversa è poggiata sullo stesso telaio - già molto apprezzato - della versione attuale, ma l'aggiornamento tecnico riguarda l'adozione della nuova frizione antisaltellamento dotata di camme appositamente disegnate e di nuove molle con una rigidità ottimizzata. Inoltre arriva il cambio elettronico QSS Quick Shift System che permette di inserire la marce senza l'uso della frizione, so stesso della R1. 
La forcella a steli rovesciati da 41 mm ha una nuova regolazione della compressione nello stelo sinistro, mentre la già presente regolazione dell'estensione è collocata nello stelo destro. Lo scarico è completamente ridisegnato ma è nella stessa posizione bassa di prima. Sarà disponibile in Night Fluo, Race Blu e Tech Black a partire da dicembre 2016.

MT-­10 SP 2017

Non cambia radicalmente come la sorellina, ma la top di gamma MT viene presentata a Colonia nella versione SP, variante più prestzionale con forcella Öhlins Electronic Racing Suspension ﴾ERS﴿, strumentazione Thin Film Transistor (TFT) e la livrea dedicata Ispirata alla R1M con i cerchi blu, il parafango anteriore nero e gli steli forcella dorati.
A parte questi accorgimenti, la moto rimane invariata nelle prestazioni e sarà disponibile nella colorazione Silver Blu Carbon in edizione limitata a partire da febbraio 2017

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 1
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 2
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 3
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 4
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 5
  • Yamaha MT-09 2017 - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Novità , Intermot2016


Top