Attualità e Mercato

pubblicato il 8 settembre 2016

Cinque affascinanti superbike sotto i 5.000 euro

Oramai reperibili solo sul mercato dell'usato, 5 "regine" carenate che possono ancora far divertire...

Cinque affascinanti superbike sotto i 5.000 euro
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Le migliori superbike (usate) sotto i 5.000 euro - anteprima 1
  • Le migliori superbike (usate) sotto i 5.000 euro - anteprima 2
  • Le migliori superbike (usate) sotto i 5.000 euro - anteprima 3
  • Le migliori superbike (usate) sotto i 5.000 euro - anteprima 4
  • Le migliori superbike (usate) sotto i 5.000 euro - anteprima 5

Erano le regine dei loro tempi. All’epoca costosissime e per molti inaccessibili. Oggi si possono comprare a cifre abbordabili, a patto di trovarle in buono stato sul mercato dell'usato. Stiamo parlando di superbike non recentissime, moto sportive senza fronzoli e tutte muscoli... con tanti CV da sprigionare sull’asfalto, meglio ancora se su quello di un circuito. Ecco quali sono i modelli secondo noi più interessanti acquistabili con meno di 5.000 euro. In alcuni casi... autentiche leggende!

Yamaha R1 (2002-2003)

Tutti gli appassionati si ricorderanno di lei. Non è necessario averla posseduta per sapere che le sue performance hanno incantato ed emozionato moltissimi motociclisti. Un bolide capace di sviluppare una potenza di 152 CV e 107Nm di coppia massima. Se ne trovano ancora molte in giro (basta cercare bene) e oggi potrebbe fare al caso di quanti cercano una moto potente ed “economica” da trasformare in una perfetta compagna di scorribande in pista.

Kawasaki ZX-10R Ninja (2004-2005)

Nonostante siano passati più di 10 anni dal suo lancio, è ancora oggi una moto dal design attuale. Certo non si può pretendere di metterla a confronto con una superbike odierna in quanto a dotazione tecnologica ma il suo fascino estetico e meccanico è fuori discussione. Basta una manata di gas per sentire autentici brividi racing dietro la schiena. In questo caso i CV a disposizione sono ben 175 e la coppia 115 Nm. L’unica cosa che oggi stona, guardandola, è probabilmente il grosso scarico, ma se proprio non piace, cambiarlo è un attimo…

Triumph Daytona 675 (2006-2008)

In questo caso passiamo dai quattro ai tre cilindri: il vantaggio di avere una moto con un grande allungo ma con una spinta ai bassi quasi da bicilindrico non è da sottovalutare... soprattutto per divertirsi su strada. Anche lei oggi si trova a prezzi decisamente abbordabili. I 123 CV e 72 Nm di coppia assicurano il giusto divertimento.

Suzuki GSX-R 750 (2008)

È la moto più recente delle cinque ed è sempre stata la più interessante tra le GSX-R: conserva l’agilità della sorella minore da 600cc ma ha una potenza e un allungo paragonabili alle 1000cc. Nei circuiti in giro per l’Italia sono tante le GSX-R 750 utilizzate dagli appassionati. Oggi un modello del 2008 si riesce tranquillamente a trovare a meno di 5.000 euro. Con pochi soldi (se non si hanno troppe pretese) la si prepara per la pista e il gioco è fatto. Certo, anche su strada non è una cattiva moto, ma 150 CV si sfruttano bene solo tra i cordoli.

Ducati 748

È una moto leggendaria del marchio di Borgo Panigale. È stata prodotta negli anni che vanno dal 1994 al 2002. Ha consentito a tanti piloti di gareggiare e vincere nel mondiale Supersport e oggi più che mai può essere alla portata di tanti. Non sarà esente da piccoli problemini, ma ha un fascino e un design che ancora oggi lasciano di stucco; qualcuno ha parlato di “livrea senza tempo”. Ma anche il bicilindrico (97 CV) e il telaio a traliccio hanno un ruolo di prim’ordine. È un pezzo di storia. 

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , superbike


Top