Curiosità

pubblicato il 5 settembre 2016

I fisioterapisti bocciano la posizione di guida di sportive e custom

Un video spagnolo spiega quali problemi causano le posizioni di guida "estreme"

I fisioterapisti bocciano la posizione di guida di sportive e custom

Per scegliere una moto non basta trovare quella che ci faccia battere il cuore con lo stile e le prestazioni che ci piacciono, ma anche quella che rispecchi di più la nostra personalità, che sia bella da guidare e che abbia una posizione di guida ottimale. Per quest'ultimo aspetto ci sarebbe tanto da dire, molti motociclisti pur di cavalcare il proprio sogno devono subire una posizione di guida davvero scomoda... ma qual è la miglior postura in sella alla moto?

Postura "standard", la più indicata

Un video in spagnolo realizzato da un'associazione di fisioterapisti di Madrid e pubblicato da masmoto.net, prende in considerazione tre modi diversi di andare in moto e tre posizioni che hanno pro e contro. Non preoccupatevi se non conoscete la lingua, è molto facile da capire e i disegni spiegano megli di qualsiasi testo il succo del discorso. 
Dando per scontato che il primo accorgimento è quello di avere una moto che permette di appoggiare entrambi i piedi a terra con tutta la pianta, analizza le caratteristiche della posizione di guida definita "standard", ovvero quella comune a molte naked e turistiche, con il busto a 90 gradi e arti inferiori e superiori rilassati, questa è ideale per viaggiare e andare in moto tutti i giorni ma non per andare forte, la pressione del vento obbliga a usare muscoli lombari e cervicali che potrebbero infiammarsi se non si usa un parabrezza o una carena protettiva.

Bocciate sportive e custom

La posizione sportiva è invece ottimale per essere focalizzati sulla guida, contrastare la pressione dell'aria e avere una piena visibilità, ma è fortemente sconsigliata per l'uso su strada, perchè il collo piegato limita l'afflusso di sangue alla testa e tutto il peso grava sui polsi e sulle braccia. Con rischio di sindrome del tunnel carpale e problemi cervicali e lombari.
Infine la posizione custom, con gli arti molto allungati e il busto leggermente all'indietro. In questa posizione il guidatore (soprattutto quello alto) inarca la schiena istintivamente e questa posizione affaticando i muscoli cervicali e addominali.
Secondo i fisioterapisti la postura standard è la più indicata, con un bel parabrezza che aiuta a contrastare l'aria. Voi che moto avete e siete d'accordo con i problemi di cui parla il video?

Le posizioni di guida in moto

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità


Top