Itinerari

pubblicato il 27 agosto 2016

Le suggestive cave di marmo di Carrara con la BMW F 800 GS [VIDEO]

Il nostro Manuel Lucchese ha spremuto a fondo la media enduro bavarese lungo una delle strade più pericolose e affascinanti d'Italia

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Experience 2016 - anteprima 1
  • BMW Experience 2016 - anteprima 2
  • BMW Experience 2016 - anteprima 3
  • BMW Experience 2016 - anteprima 4
  • BMW Experience 2016 - anteprima 5
  • BMW Experience 2016 - anteprima 6

Prendete uno abituato a poggiare le ruote della sua moto sulle durissime piste della Dakar e mandatelo alla scoperta di uno dei percorsi più impervi lungo lo Stivale... quello che attraversa le cave di marmo di Carrara. Una strada (per lo più sterrata) in genere chiusa al traffico e appositamente aperta per l'occasione. E così, il nostro Manuel Lucchese si è ritrovato a vivere un'affascinante avventura che, dapprima - attraverso lunghi tunnel che si infilano fin dentro il cuore della montagna - lo ha portato all'interno di un'immensa cattedrale di marmo, per poi salire su in cima, sempre più in alto, tra vedute sterminate e passaggi impervi. Un percorso durissimo ma di grande soddisfazione.

Sempre efficace!

Ad accompagnare Manuel in questa fantastica avventura, un'inarrestabile BMW F 800 GS appositamente equipaggiata con pneumatici tassellati. Una vera "ever green" del segmento enduro di media cilindrata, che ha saputo mostrare, ancora una volta, le sue innumerevoli qualità. Messa alla frusta su ogni genere di terreno, dal fondo privo di grip alle pendenze quasi verticali, non si è mai tirata indietro. Nonostante il peso, una volta in marcia la sensazione è quella di guidare un mezzo molto agile, pronto ad affrontare di tutto. Anche gli improvvisi cambi di direzione risultano sempre facili e poco faticosi, mentre le spiccate qualità dinamiche in off-road consentono di avventurarsi dove molte altre enduro non specialistiche sono costrette a fermarsi. Lungo i tratti di strada asfaltata, cambiando il riding mode da Enduro Pro (quello per la guida in off) a Road, si percepisce chiaramente il cambio di carattere con un'evidente compressione delle sospensioni (che in modalità road diventano più rigide), mentre la mappa della centralina acquisisce una curva di erogazione più sprint ai bassi regimi. Una vera "all-terrain" capace di divertire su ogni percorso.

Ma adesso, schiacciate play e gustatevi le belle immagini in moto da questo suggestivo angolo d'Italia. 

 

Autore: Redazione

Tag: Itinerari , fuoristrada , video


Top