Attualità e Mercato

pubblicato il 23 agosto 2016

Segnalare i controlli di polizia sui social: possibile denuncia!

Secondo il Commissariato di Crema si delinea un'ipotesi di favoreggiamento

Segnalare i controlli di polizia sui social: possibile denuncia!

La pratica è nota: un guidatore s’avvede di un posto di controllo della Polizia o dei Carabinieri, e segnala a chi sopraggiunge la presenza delle Forze dell’Ordine. In passato, prima dell’era Internet, c’era il classico avviso coi fari. Ma oggi, tutto è diverso: si avverte l’altro utente mediante i social. Quali conseguenze per chi lo fa? La risposta l’ha data il Commissariato di Crema.

Favoreggiamento

Segnalare un posto di blocco attraverso i social può portare ad una denuncia per favoreggiamento. Tutto è nato in occasione di un'estesa oprazione di controllo del territorio messa in atto da tre equipaggi del Commissariato di Crema e del distaccamento di Polizia stradale di Crema: blocco della circolazione lungo l’asse principale e controllo di tutti i veicoli sospetti in transito; mentre un quarto equipaggio vigilava sulle strade secondarie. I mezzi transitati sono stati sottoposti a un controllo visivo e monitorati dal sistema di rilevamento delle targhe installato sulla vettura della Stradale, mentre per alcune decine di auto e moto il controllo è stato approfondito ed esteso anche ai passeggeri. “Proprio la finalità di questi controlli - dice il Commissariato - rende a maggior ragione assolutamente dannose per la collettività quelle attività di segnalazione dei posti di controllo delle forze dell’ordine, attuate da diversi gruppi nati su noti social network, già oggetto di indagine da parte della polizia di Stato per i reati di interruzione di pubblico servizio e favoreggiamento”.

Favorire un pirata o un ladro

L’Asaps (Amici Polstrada) ricorda a tutti quelli che utilizzano il lampeggio per segnalare la presenza di una pattuglia di una qualsiasi forza di Polizia o di un autovelox, che in questo modo avvertono anche il rapinatore, il truffatore di turno, lo spacciatore di droga, il ladro di auto o di appartamenti. O magari il pirata della strada, l'ubriaco o drogato o quello che va a tavoletta mettendo a rischio la nostra vita o quella di un nostro caro. Lampeggio che è punito ai sensi dell’articolo 153, comma 11, del Codice della Strada: 41 euro e perdita di un punto della patente

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada


Top