Special e Elaborazioni

pubblicato il 11 agosto 2016

Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors

La classica degli anni ’80 reinterpretata dal preparatore portoghese

Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 1
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 2
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 3
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 4
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 5
  • Moto Guzzi Mille GT by Redonda Motors - anteprima 6

Il preparatore portoghese Redonda Motors ha sempre considerato le moto italiane uniche nel suo genere, per stile, caratteristiche e fascino. Così, appena ha potuto, ha optato per una Moto Guzzi per una nuova sfida in campo di customizzazione. Nello specifico ha scelto una Mille GT, un esemplare del marchio di Mandello che risale agli anni ’80.

Migliorare le performance

I primi interventi hanno riguardato la tecnica della moto. L’obiettivo di Redonda Motors era innanzitutto quello di migliorare le performance senza interventi troppo drastici sul motore. Spazio dunque a “terapie” di alleggerimento della moto, aggiornamento della distribuzione con una versione più moderna, utilizzo di nuovi carburatori, nuovi filtri, e soprattutto nuovo impianto di scarico. Nuovi anche i cablaggi, l’avviamento e la batteria agli ioni di litio. Risultato: ringiovanimento generale del motore e maggiore coppia soprattutto ai medi-bassi regimi. Migliorando le prestazioni però non potevano non migliorare anche le caratteristiche della ciclistica della moto. La Mille GT di Redonda Motors monta infatti nuove sospensioni Showa a steli rovesciati e mono Ohlins al retrotreno, mentre l’impianto frenante è stato ulteriormente potenziato con pinze a sei pistoncini e pompa radiale Nissin sui due dischi da 330mm.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Il design complessivo della moto non subisce cambiamenti drastici, la personalizzazione riguarda piccoli elementi che nel complesso rendono questa Mille GT estremamente accattivante. Nessuna modifica alle ruote da 18’’, mentre le gomme sono state sostituite con altre più moderne e prestazionali. Davanti spicca un faro integrato nella semicarena in perfetto stile Café Racer, che nasconde un nuovo tachimetro e una nuova strumentazione. Il serbatoio è rimasto quasi del tutto identico a quello originale (c’è il doppio tappo che non passa inosservato), mentre la sella e la coda sono state completamente realizzate da zero; spicca il duplice faro ispirato alle auto degli anni ’80…

Autore: Francesco Irace

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top