Novità

pubblicato il 26 luglio 2016

Honda CBR250RR presentata in Indonesia

Questa è quella per il mercato asiatico, in Europa potrebbe arrivare con motore 300 o 350

Honda CBR250RR presentata in Indonesia

Honda ha presentato la nuova CBR250RR, una moto di cui si parla da tempo, largamente anticipata da indiscrezioni e concept che hanno portato all'unveiling ufficiale in Indonesia, davanti alla stampa specializzata asiatica. Le linee del concept Lightweight Super Sports sono state rispettate dando un look da vera superbike anche a una piccola sportiva come questa.

Tecnicamente semplice, ma "matura"

Sul mercato sud-asiatico sarà un prodotto premium, quindi le finiture saranno curate e la componentistica di buona qualità, anche in luce dell'entrata nel mercato occidentale come sportiva entry level. Sulla tecnica non possiamo far altro che confermare e già buone qualità viste sul concept di Tokyo 2015: telaio a traliccio di tubi in acciaio, con forcellone asimmetrico in alluminio, leveraggio pro-link del mono e forcella a steli rovesciati dal look robusto. 
Belli anche i freni, con disco a margherita su entrambe le ruote e diametro da moto di categoria superiore (310 mm davanti, 240 mm dietro), ABS presente. Il motore è un bicilindrico parallelo da 250cc (Sarà 300cc o oltre per il modello che arriverà in Europa), raffreddato a liquido e con distribuzione DOHC a 8 valvole, che eroga una potenza attorno ai 40 CV e un regime di rotazione decisamente elevato, come dimostra il fondoscala della strumentazione a 16.000 giri. 
L'elettronica sarà parte fondamentale del pregio di questa moto. Per una 250 non è così usuale vedere tre mappature di risposta del gas grazie all'acceleratore ride-by-wire.

Estetica da grande

La descrizione dell'estetica l'abbiamo tenuta per ultima, perchè è difficile trovare delle moto piccole che assomiglino così tanto a una superbike vera. Le proporzioni della ciclistica, le sovrastrutture aggressive e la triangolazione della posizione di guida mostrano una moto matura, che viene tradita solo dalla sezione ridotta degli pneumatici e dal singolo disco anteriore. Nella visuale laterale, potrebbe benissimo essere scambiata per la nuova CBR1000RR!
Ci piace molto il muso, che presenta un proiettore sdoppiato in quattro, con anabbagliante-abbagliante in basso e due sottili strisce a led in alto. L'effetto è caleidoscopico e appaga la vista, tanto quanto gli spigoli della carena e del serbatoio, che culminano in un codino piccolo ma non troppo striminzito, che lascia un po' di spazio al passeggero e un po' di armonia alla vista posteriore. Le proporzioni sono perfette, tranne che per lo scarico, davvero voluminoso nella doppia uscita sovrapposta sulla destra. Anche questo, però, è ben curato nel disegno. Teniamo d'occhio questo modello, a EICMA 2016 potremmo vedere la versione europea!

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni


Top