Attualità e Mercato

pubblicato il 20 luglio 2016

Pokémon-mania: arriva la prima multa!

Beccati in due sul cinquantino, senza patente, mentre andavano a caccia di pupazzetti

Pokémon-mania: arriva la prima multa!

Da qualche giorno, oramai, non si parla di altro. E se da più parti giungono allarmistiche denunce in fatto di sicurezza stradale legate alla dilagante mania Pokémon GO, ecco arrivare la notizia della prima multa legata al tormentone virtuale di questa estate 2016. Ad infliggerla, i carabinieri di Prato della Valle (Padova) che, alle 5 del mattino, hanno beccato 2 studenti universitari senza patente in sella ad un cinquantino.

A caccia di pupazzetti

E immaginate le facce degli agenti, quando al momento di redigere il verbale i due giovani si sono giustificati così: "Eravamo a caccia dei pupazzetti". E ancora: "Mi sono dimenticato sia dell'assicurazione che della patente perché mi sono svegliato alle 5 per cercare i Pokémon". Un record, quello di Arturo e Marcello (questi i loro nomi), che alle prime luci del giorno se ne andavano in giro, smartphone alla mano, alla ricerca di animaletti colorati: una sanzione di 210 euro, la prima in Italia ad essere riconducibile alla app "Pokémon GO".

Attenzione!

D'accordo, una storiella divertente di metà estate. Ma fate attenzione, perché non va sottovalutato un importante tema legato a certi fenomeni, ovvero, quello della distrazione causata dall'utilizzo di dispositivi eletronici... una circostanza da non prendere alla leggera. Quindi occhi aperti (ad esempio, ad automobilisti e pedoni distratti) e testa sulle spalle!
Motociclista avvisato, motociclista...

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , varie , sicurezza , multe


Top