Special e Elaborazioni

pubblicato il 14 luglio 2016

Yamaha XSR700 by Ad Hoc Café Racers

La special realizzata da David Gonzalez presso il suo laboratorio di Barcellona

Yamaha XSR700 by Ad Hoc Café Racers

Yamaha XSR700 è una moto che si presta molto alla personalizzazione, come testimoniano le numerose special realizzate dai tanti customizer. Quella che ci troviamo ad ammirare oggi è stata creata da David Gonzalez di Ad Hoc Café Racers, molto noto per la stravaganza che caratterizza tutte le sue moto.

Colorazione che richiama le tinte del Reparto Corse Yamaha

La prima cosa su cui Gonzalez ha lavorato nel suo laboratorio di Barcellona è la colorazione. Ha alternato un blu elettrico piuttosto chiaro e un giallo creando un connubio che richiama i colori del reparto corse Yamaha. Ma non è solo la livrea la particolarità di questa special. Sono state infatti stravolte tutte le proporzioni della XSR700. Forcella e comandi di leva freno e frizione sono della sportivissima Yamaha R6, mentre il manubrio è stato preso in prestito da una MT09. Il radiatore è stato rifinito in nero e monta alcuni elementi che richiamano il colore del serbatoio.

Dimensioni extra large per faro e pneumatici

Il grosso faro anteriore nasce sulla base di quello della MT01, mentre al posto del serbatoio originale ne troviamo uno realizzato – è proprio il caso di dirlo – ad hoc. La parte posteriore della XSR700 ha un telaio rimovibile, al posto del quale David Gonzalez ha realizzato un telaietto specifico su cui ci ha montato una nuova sella monoposto in pelle molto particolare e un fanale a LED; gli indicatori di direzione, sempre a LED, trovano posto direttamente sul tubolare del telaietto. Non passano inosservati, infine, i grossi pneumatici Michelin Anakee 3 e il sistema di scarico SC, che garantisce migliori performance e un suono più cattivo.

Ciclistica stravolta, ma come si guiderà?

Insomma, questa Yamaha XSR by Ad Hoc Café Racers è davvero molto accattivante. Certo, le quote ciclistiche sono completamente diverse rispetto a quelle della moto standard e anche la grossa gomma anteriore cambia un po’ le carte in tavola, ma è proprio per questo motivo che dopo averla scrutata in ogni suo dettaglio verrebbe voglia di guidarla per vedere se oltre ad essere affascinante si comporta anche bene su strada…

Autore: Francesco Irace

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top