Curiosità

pubblicato il 2 luglio 2016

Perché andare sull'isola di Man almeno una volta nella vita (detto tra noi)

Il luogo dove si corre il celebre Tourist Trophy... ma non solo!

Conosciuta da ogni motociclista del pianeta per via del celebre Tourist Trophy, l'isola di Man è da sempre considerata una delle destinazioni top dagli appassionati delle due ruote. Sicuramente per via delle incredibili gesta compiute dagli eroi che si cimentano da anni con gli insidiosi 68 km del tracciato. Ma c'è anche dell'altro. Una forza calamitante, un magnetismo irresistibile, che va ben oltre la gara e l'amore per le road races e parla di emozioni motociclistiche fuori dal comune in una terra capace di risvegliare autentiche passioni... persino inattese.

Due esperienze a confronto

Cosa spinge, dunque, migliaia di riders a raggiungere ogni anno (e non soltanto durante i giorni della famosa road race) questa destinazione mitologica in bilico tra Inghilterra e Irlanda? Andrea e Diego ce lo svelano in questo "Detto tra noi" mettendo a confronto le rispettive esperienze sull'isola... l'uno durante la presentazione stampa di una novità moto avvenuta sul tracciato di gara "fuori stagione", ovvero lontano dalla folla e dal clamore della gara; l'altro in occasione dell'ultimo TT 2016, che ha raggiunto in sella dall'Italia dopo un lungo e appassionante viaggio.
E allora, curiosi di scoprite perché raggiungere Man almeno una volta nella vita? E perché, una volta che lo avrete fatto, desidererete tornarci ancora? Schiacciate play e ascoltate cos'hanno da dire. Di seguito, invece, il link allo speciale Tourtist Trophy 2016 su OmniMoto.it con tante curiosità su questo imperdibile evento www.omnimoto.it/evento/tourist-trophy-2016.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , tourist trophy , video


Top