Itinerari

pubblicato il 23 giugno 2016

Estate 2016: le 5 migliori destinazioni in Europa

Dall’Austria a Caponord, passando per la Catalogna e le alpi francesi... 5 viaggi top da fare in moto durante le vacanze

Estate 2016: le 5 migliori destinazioni in Europa

È tempo di programmare viaggi in moto, l’estate è ormai arrivata. C’è tanto da visitare nella nostra penisola ma se volete spingervi oltre i confini d’Italia e guardare ai posti in Europa più belli da raggiungere in sella alla propria compagna di viaggio, potete prendere in considerazione le 5 destinazioni che abbiamo selezionato per voi; tre sono vicine e accessibili, le altre due sono molto lontane ma estremamente suggestive.

Austria e Slovenia, a due passi…

È vero, in Austria alcuni tra i passi più belli sono a pagamento ma, per scenario e strade, probabilmente ne vale la pena. Percorrere la Grossglocknerstrasse, gli itinerari che attraversano il Salzkammergut o le strade che costeggiano il Danubio, probabilmente non ha “prezzo”. A settembre, inoltre, sulle rive del Faaker See si svolge uno dei più celebri motoraduni al mondo: l’European Bike Week. Da lì la Slovenia è ad un passo, e non fare tappa sulla Sella di Godovic, sul passo Pavlic, sul passo della Moistrocca, piuttosto che sul passo Crnivec, passando per Lubiana, sarebbe un peccato. E a proposito di Grossglockner, scendendo dalla vetta (con la celebre lingua di ghiaccio perenne) verso il versante austriaco, non dimenticate una sosta al celebre chiosco col fantascientifico braciere appeso al soffitto dove assaggiare ogni genere di prelibatezza.

Spagna, ma anche Portogallo

La Spagna è calda, affascinante e accogliente. Ricca di storia e di posti da visitare. In moto ci si può sbizzarrire partendo dalla costa orientale, ammirando la Catalogna: nei pressi di Barcellona ci sono strade tra le più belle al mondo su cui divertirsi, panorami mozzafiato, montagne da scalare, parchi nazionali e spiagge fantastiche. Ma se vi va di spingervi un po’ oltre, potete optare per la zona dell’Andalusia: da Alicante fino a Malaga, passando per Almeria, c’è solo da stropicciarsi gli occhi per lo spettacolo offerto e da strofinarsi le mani per le strade ricche di curve. Non deve stupire, quindi, che le Case motociclistiche scelgano sempre più spesso la penisola iberica per la presentazione delle loro novità. Se poi volete proprio esagerare, sconfinate anche in Portogallo. Non prima, peò, di aver fatto il pieno di paella e jamon serrano.

Francia, che spasso sulle alpi

La Francia è una meta molto gettonata dai motociclisti. Partendo dal nord dell’Italia (da Genova sarebbe l’ideale) ci si può dirigere a Nizza, da cui si apre un vero e proprio mondo da esplorare tutto d’un fiato. Bisogna puntare a nord e andare verso le alpi francesi: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ma di certo non si può non percorrere il Col de la Bonette, Col du Glandon, la Route Napoleon o le Gole de Verdon. Il contatto con la natura sarà intenso, ci sarà da divertirsi e da emozionarsi. Poi anche qui... quando ci si siede a tavola difficilmente si sbaglia.

Finlandia, Svezia e Norvegia…

Se poi decideste di spingervi oltre, perché il tempo a disposizione da dedicare al vostro viaggio è sostanzioso, non potete non prendere in considerazione una bella e lunga traversata in direzione penisola scandinava. Norvegia, Svezia e Finlandia sono incontaminate, sono da esplorare con uno spirito avventuriero e con la voglia di non fermarsi davanti alla prima difficoltà (meteorologica e non... o alla prima renna che ci taglia la strada). Tappa obbligata a Stoccolma, ma se possibile anche a Oslo (in realtà anche Bergen è da vedere ma è un po’ decentrata. se finite qui, non dimenticate una visita al locale mercato del pesce per assaporare il tipico streetfood locale: salmone freschissimo servito su fette di pane, aringhe affumicate e gamberetti appena pescati, serviti crudi con una spremuta di limone). Poi diritti su verso il nord, dove d’estate non fa mai buio e tocca dormire con le finestre chiuse…

…con tappa finale Caponord

Perché quando si va a nord l’obiettivo finale è sempre Caponord, il punto più alto d’Europa. Un punto raggiungibile con un servizio traghetti oppure percorrendo il lungo e suggestivo tunnel “di Caponord”: quasi 7 km alla profondità di 200m sotto il livello dell’acqua. Lo scenario offerto da questo scorcio di terra ha dell’incredibile. Solo chi ci è stato può capire la sensazione che si prova toccando quella ringhiera… e lungo la strada, imperdibili le isole Lofoten, l'incredibile Trollstigen (la strada dei troll) e la suggestiva Atlanterhavsveien, conosciuta anche come Atlantic Ocean Road... uno dei nastri d'asfalto più suggestivi al mondo. Un consiglio, però: portate con voi l'equipaggiamento giusto e un ottimo antipiogia. Il grande nord è tanto bello quanto imprevedibile. 

Autore: Redazione

Tag: Itinerari , turismo , viaggi


Top