Accessori

pubblicato il 22 giugno 2016

Zercado: il primo specchio retrovisore che si regola da solo

Lo sta studiando un designer e presto partirà la campagna di crowdfunding

Zercado: il primo specchio retrovisore che si regola da solo

Un progetto che potrebbe rivoluzionare il modo di andare in moto, ovviamente in positivo. L'idea arriva da un designer, Bartosz Ambrożkiewicz, che dopo tante esperienze negative con i più disparati specchi retrovisori per la sua moto, ha deciso di inventare degli specchietti che si regolano da soli in base alla posizione di guida e all'altezza del pilota.

Uno specchietto che si regola da solo?

La tecnologia esiste e c'è un primo prototipo: si chiama Zercado. Il fuzionamento è abbastanza semplice. Un sensore, posizionato all'interno della giacca o in un'app per smartphone, viene letto dal chip nello specchio che immediatamente riconosce la posizone del corpo del pilota e si adatta automaticamente per fornire la migliore visione al pilota. 
Si tratta del primo tentativo di creare un retrovisore intelligente, e sicuramente sarebbe utile per svariati motivi.
In primis, quello di regolare costantemente il retrovisore togliendo le mani dal manubrio e distraendosi dalla strada, ma anche per garantire sempre un posizionamento ottimale, annullando anche l'angolo cieco grazie al particolare tipo di specchio concavo. Sono previste anche strisce di LED come indicatori di direzione.

Costerà caro, ma è davvero innovativo

Il progetto sembra concreto e potrebbe andare avanti grazie al crowdfunding. Il suo inventore ha già dichiarato che partirà una campagna su Kickstarter e siamo curiosi di vedere quante persone saranno interessate a un prodotto del genere. Zercado sarà adattabile alla maggior parte delle moto in commercio e non avrà bisogno di centraline aggiuntive, servirà soltanto collegarlo all'impianto elettrico del mezzo e al relè degli indicatori di direzione. Il prezzo? si dice che al lancio sarà di 250 dollari, abbastanza caro, ma la tecnologia si paga, soprattutto quando non esiste la concorrenza.

Autore: Redazione

Tag: Accessori , curiosità , abbigliamento


Top