Curiosità

pubblicato il 20 giugno 2016

Incredibile: Rossi a Misano per la SBK con un Arai camuffato AGV

Valentino fotografato lungo il circuito con in testa un jet Arai verniciato con i colori AGV. La Casa giapponese mette la foto sui social

Incredibile: Rossi a Misano per la SBK con un Arai camuffato AGV

Una vicenda davvero curiosa. Il campione di Tavullia, questo fine settimana, si è presentato all'ottava tappa del Mondiale Superbike a Misano con in testa un casco Arai "mimetizzato" con le sue attuali grafiche ed il logo AGV, il marchio a cui è legato da sempre. In particolare si tratta di un RAM4 dell'Arai simile al K5 jet di AGV. Ma perché mai fare una cosa del genere?

Difficile dirlo, ad ogni modo la Casa giapponese non ha certo perso l'occasione di "sfruttare" questa vicenda ed ecco l'immagine prontamente rilanciata sui suoi social (è quella che vedete in alto). Non è la prima volta, però, che si verifica un episodio di questo tipo, come ci ricordano noti aneddoti del passato. Nella sua ultima stagione in 250 (2005), ad sempio, in più di un'occasione Dani Pedrosa ebbe problemi con gli effetti della pioggia e della nebbia sul suo casco Nolan. A metà stagione, il pilota di Castellar del Valles decise quindi di cambiare rescindendo il suo contratto con la società italiana e firmando con la Arai, che lo protegge ancora oggi. In quel caso, lo spagnolo dovette disputare alcune gare con i caschi Arai dipinti con i colori Nolan, come ha fatto Rossi a Misano.
La news ci è stata segnalata dai nostri colleghi di Motorsport.com Italia. Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi.

AGGIORNAMENTO 2 - Di seguito, pubblichiamo una importante nota ricevuta da Arai in merito alla pagina facebook che ha rilanciato la foto oggetto di questo articolo: "in merito alla fotografia dell'articolo in oggetto, Arai Helmet Ltd, Arai Europe, la sua intera rete distributiva e l'importatore ufficiale per l’Italia e Penisola Iberica BER Racing Europe tengono a precisare di non aver mai rilanciato e/o commentato la suddetta in alcuno spazio delle proprie reti social e web.
La pagina Facebook che ha rilanciato le immagini in oggetto non ha nulla a che fare con i canali ufficiali di Arai Helmet Ltd e delle sue affiliate.
Cogliamo l'occasione per comunicare i canali ufficiali a cui fare riferimento:
Arai Helmet Ltd (https://www.facebook.com/Arai-Helmet-Ltd-426850684032528)
Arai Helmet Europe (https://www.facebook.com/Arai-Helmet-Europe-103904869679093/)
BER Racing Europe - Arai Helmet Italia (https://www.facebook.com/berracing/)"

AGGIORNAMENTO 1 - Di seguito, una nota inviataci da Nolan in merito alla vicenda riguardante Dani Pedrosa citata in questo articolo (a mo' di esempio). La riportiamo esattamente come l'abbiamo ricevuta: "per quanto riguarda la questione di Pedrosa noi non la ricordiamo affatto così. Vero che cambiò il contratto a metà stagione passando ad Arai, ma non ci risulta che corse con un casco Arai marchiato Nolan. Semplicemente quando Pedrosa iniziò a provare e poi a correre con il casco Arai mantenne la grafica uguale a quella che aveva con Nolan (proprio a Le Mans 2005, nel pieno del casino del casco che si appannava, Pedrosa mostrò a noi del Reparto Corse il casco Arai con la sua grafica)". 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , personaggi , piloti


Top