Test

pubblicato il 11 giugno 2016

Verve Moto Classic S 250: perché comprarla... e perché no [VIDEO]

Una modern-vintage costruita in Cina secondo standard europei. Estetica azzeccata, prezzo conveniente, adatta a tutti. L'abbiamo messa alla prova per scoprire come va...

Si tratta di un progetto tutto nuovo che cavalca l’onda delle neo-classiche, ovvero moto dal sapore di un tempo ma dotate di componentistica attuale. La Classic S 250 di Verve aspira ad essere, inoltre, anche la base ideale per chi desidera una special economica ed affidabile, senza spendere un patrimonio.

Cuore pulsante

A spingerla, un monocilindrico da 249 cc, in grado di esprimere la potenza massima di 19,2 CV e una coppia pari a 19.5 Nm. Un’unità dotata di carburatori Mikuni, che si ispira ai monocilindrici del passato di produzione giapponese e che offre prestazioni tranquille e il giusto brio. Buona la fluidità del cambio a 5 marce e interessanti i consumi sempre prossimi ai 30 km/l.

Take it easy

Le misure compatte e la bassa altezza da terra la rendono adatta a piloti di tutte le taglie. Solo i più alti, oltre il metro e ottantacinque, potrebbero forse trovare la posizione in sella un po’ troppo rannicchiata. Soprattutto per le ginocchia. Un mezzo, la nuova Nerve Classic S 250, dall’aria easy e scanzonata. Una moto ideale in città, dove mete in campo un’ottima maneggevolezza, oppure in vacanza, magari per andare al mare o uscire la sera. Busto eretto, manubrio largo… la seduta è comoda e il comfort non manca, sebbene, affrontando i famigerati sampietrini - e in generale, su asfalto sconnesso - si avverta una risposta un po’ secca del posteriore. Sebbene poi il rigore ciclistico non sia esattamente il suo forte, anche in tangenziale o sui curvoni veloci la Classic S250 è abbastanza stabile... ma meglio non esagerare!

Convince meno…

Si fa sentire, soprattutto nel day by day, l’assenza di un meccanismo di sicurezza che impedisca partenze col cavalletto abbassato. Facile, infatti, dimenticarselo giù se si è distratti e sovrappensiero e dare gas. Inoltre, è presente qualche cavo a vista qua e là che poteva essere nascosto meglio. Interessante, invece, il prezzo di acquisto. Per portarsi a casa questa Verve bastano 3.590 euro.
Economica, quindi, ma anche solida e convincente, si tratta di una moto dal look accattivante, indicata per chi è alle prime armi e si sente attratto dallo stile classico. Ma anche per chi vuole tornare in sella dopo un periodo di “digiuno” ma non vuole un mezzo costoso o troppo impegnativo.

Autore: Diego D'Andrea

Tag: Test , test , prove , video


Top