Abbigliamento

pubblicato il 22 maggio 2016

Rev’it! e Dainese insieme per la sicurezza dei piloti

Alex Rins, pilota Moto2, scenderà in pista con la tuta Rev'It dotata di sottotuta Dainese D air Armor

Rev’it! e Dainese insieme per la sicurezza dei piloti

A volte la sicurezza dei piloti va ben oltre la concorrenza fra brand e costruttori, così capita che Rev'It stringa accordi con Dainese per la fornitura di airbag sottotuta D air Armor ai suoi piloti. Alex Rins, che corre in Moto2, sarà il primo pilota Rev'It! ad avvalersi della tecnologia sviluppata dal marchio vicentino, come fanno già altre aziende del settore. 

Rev'It e Dainese insieme per la sicurezza

Il progetto punta a garantire la protezione dell'airbag D air (che è un sistema brevettato Dainese) anche ai piloti che indossano tute di altre marche. Il D air Armor non è altro che un sottotuta dotato di sacca e pareschiena integrati che si può inserire all'interno di qualsiasi tuta. L’elettronica, il generatore di gas, i cablaggi, la batteria e il GPS sono tutti alloggiati nel paraschiena. Rev'It! si è aggiunto ai marchi Vircos e Furygan, che avevano già stretto accordi per l'utilizzo dell'Armor.
Un'unione di forze che è un bene per i piloti e per le aziende.
Ivan Vos, Direttore Amministrativo e proprietario di Rev'It! ha affermato: "la sicurezza dei piloti è la preoccupazione più grande, ed ecco perché siamo fieri di incorporare il sistema Dainese nelle nostre tute da gara Rev'It!. Sebbene Dainese come marchio sia uno dei nostri concorrenti, la tecnologia D air ha dimostrato di contribuire significativamente alla sicurezza dei piloti nell’evento di una caduta. Ecco perché siamo felici di contribuire allo sviluppo del sistema nella struttura a piattaforma aperta”.

In futuro diventerà obbligatorio?

Un'ottima notizia che speriamo porti all'equipaggiamento di airbag per tutti i piloti del motomondiale e delle altre serie internazionali. Più volte è stato confermato quanto questo sistema sia sicuro, tanto che anche Alpinestars ha deciso di produrre una sua versione con suoi brevetti. La speranza è che diventi così diffuso da diventare obbligatorio per la guida in pista. 

Autore: Redazione

Tag: Abbigliamento , abbigliamento , tute


Top