Sport

pubblicato il 17 maggio 2016

Mercato MotoGP: le squadre ufficiali saranno così

Vinales arriva in Yamaha, Iannone va in Suzuki e il Dovi rimane in Ducati. Si aspetta solo l'ufficialità

Mercato MotoGP: le squadre ufficiali saranno così

Abbiamo come l'impressione che dopo il GP d'Italia tutte le squadre ufficiali avranno i contratti 2017/2018 già firmati. Chi ha già firmato ha scatenato una serie di altre trattative e secondo le voci che girano da qualche giorno, tutti i tasselli andranno a comporre il puzzle della futura MotoGP nel giro di qualche giorno. Fra i tanti articoli pubblicati in rete in queste ore, possiamo definire una lineup veritiera al 90%, in attesa delle ultime dichiarazioni ufficiali di firma dei nuovi contratti.

Yamaha: Rossi e Vinales

Valentino aveva battutto tutti sul tempo: a inizio campionato ha subito firmato per altri due anni con Yamaha e ha costretto Jorge Lorenzo a fare le valigie. Nel 2010 fu Lorenzo a far sloggiare il Dottore da Yamaha con una mossa del tutto simile. Il compagno di squadra di Vale per il 2017, però, non è mai stato troppo segreto. Le trattative con il giovane pupillo di Suzuki Maverick Vinales sono partite da molto lontano e ancora non c'è l'ufficialità, ma nel paddock si dice che sia cosa fatta già da un pezzo. 

Honda: Marquez e Pedrosa

Una delle grandi conferme è anche una delle più importanti sorprese. Si stava parlando da tempo della separazione di Honda da Dani Pedrosa dopo 10 anni di fedeltà reciproca, ma senza troppo clamore è arrivata la dichiarazione: "Sono felice di annunciare il mio rinnovo con Repsol Honda Team. Sono veramente grato ad Honda per la fiducia che hanno riposto in me rinnovandomi il contratto per altri due anni". Il posto di Marquez, invece, era assolutamente indiscutibile e quindi non è mai stato preso in considerazione per azioni di mercato. Squadra che funziona, non si cambia!

Ducati: Lorenzo e Dovizioso

Jorge Lorenzo è già un uomo Ducati, confermato già da qualche settimana e ormai parte integrante dei piani sportivi di Borgo Panigale per il 2017. Il grande punto di domanda era per il compagno: quale dei due Andrea rimane? O vanno via entrambi e subentra qualcun'altro? Alla fine rimane il Dovi, anche se non c'è ancora un'ufficialità che dovrebbe arrivare durante il weekend. Iannone, si dice, abbia deciso di sua sponte di lasciare Ducati... vuole essere una prima guida e logicamente con Lorenzo affianco non lo potrebbe mai diventare. Suzuki è la soluzione? Forse.

Suzuki: Iannone e A.Espargarò

Se arriverà la firma di Andrea Iannone con Suzuki (anche qui si dice che sia cosa fatta, ma ci prendiamo le dovute riserve), il compagno di squadra sarà senza dubbio Aleix Espargarò, che rimarrà nella squadra come sviluppatore e profondo conoscitore della moto, che ha bisogno di crescere ancora prima di arrivare al livello della concorrenza. Si dice che Suzuki avrà anche un team satellite il prossimo anno, composto da piloti del mondiale Moto2 in vista di promozione (Zarco e Rins?), quindi il programma sportivo di Hamamatsu si fa decisamente ricco.

KTM: Bradley Smith e...?

Non ci possiamo dimenticare di KTM, la squadra che entrerà in maniera ufficiale il prossimo anno con la RC16 e che ha già messo sotto contratto il veloce inglese Bradley Smith. Per lui c'è un programma di sviluppo decisamente ricco e un impegno nel mondiale con obbiettivi decisamente umili, almeno il primo anno. Il suo compagno non è ancora stato scelto, ma in molti sembrano voler puntare su Mika Kallio, il pilota che sta svolgendo gran parte dello sviluppo della moto e che partirebbe avvantaggiato, conoscendo già il mezzo. 

Per tutti gli aggiornamenti, contratto dopo contratto, seguite it.motorsport.com

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , anticipazioni


Top