Attualità e Mercato

pubblicato il 6 maggio 2016

Alfa Romeo Giulia, quella dei Carabinieri è fatta così [VIDEO]

Con i suoi 510 CV arriva a 307 km/h e dentro è trasformata per esigenze speciali

Alfa Romeo Giulia, quella dei Carabinieri è fatta così [VIDEO]

La Alfa Romeo Giulia Quatrifoglio, quella da 510 CV, indossa la divisa dei Carabinieri. Ne avrete sicuramente sentito parlare visto che la consegna è avvenuta in pompa magna, con i vertici di FCA (l’ad Sergio Marchionne, il Presidente John Elkann, e il COO della Regione EMEA, Alfredo Altavilla) che hanno incontrato quelli dei Carabinieri (il Comandante Generale dell'Arma, Tullio Del Sette, e altri ufficiali). Con loro c’erano anche i Ministri dell'Interno e della Difesa, Alfano e Pinotti, e durante la mattina la Giulia è stata anche presentata al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al Premier, Matteo Renzi (qui le foto e le loro dichiarazioni). Ma com’è fatta la Giulia dei Carabinieri e per quali servizi sarà utilizzata? Iniziamo da qui col dire che di nuove Gazzelle ce ne sono due, una impiegata a Roma ed una a Milano, e che serviranno, oltre che per operazioni di servizio, per il trasporto urgente di organi o sangue.

Esteticamente le Giulia Quadrifoglio dei carabinieri indossano la livrea blu e le strisce rosse simbolo dell’Arma e ci sono diversi elementi in fibra di carbonio a vista che ne fanno intuire le prestazioni da fuoriclasse. A bordo cambia soprattutto la plancia e la parte anteriore dell’abitacolo, dove sono stati alloggiati diversi dispositivi indispensabili per le attività di servizio dei Carabinieri, tra cui: il sistema di connessione globale ODINO (Operational Device for Information, Networking and Observation), un porta arma lunga e torce led ricaricabili. Per saperne di più vi suggeriamo di leggere l’articolo “Alfa Giulia dei Carabinieri” online su OmniAuto.it e di vedere il video 

 

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , auto


Top