Sport

pubblicato il 22 ottobre 2007

30 Mondiali per Aprilia

Trenta allori iridati per Aprilia nella velocità!

30 Mondiali per Aprilia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 1
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 2
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 3
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 4
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 5
  • 30 Mondiali per Aprilia - anteprima 6

Ancora un week-end iridato per Aprilia: classificandosi 3° nel GP di Malesia, Jorge Lorenzo si è consacrato Campione del Mondo 250, bissando l’alloro iridato del 2006. Una doppietta fantastica per Lorenzo e terzo alloro mondiale per Aprilia dopo i titoli costruttori in 125 250 già conquistati in questa straordinaria stagione 2007.

E’ rimandato a Valencia il 4 novembre il quarto mondiale 2007 di Aprilia (su quattro disponibili): nella classe 125 – infatti – la conquista del titolo piloti è una battaglia a due tra Gabor Talmacsi e Hector Faubel, entrambi alla guida di una Aprilia. Confermandosi Campione del Mondo 250, Jorge Lorenzo consacra una carriera ancora giovanissima ma già leggendaria e realizza un’impresa che, in tempi recenti, è riuscita soltanto a Max Biaggi e Dani Pedrosa.

Le vittorie di Lorenzo sono sempre arrivate su moto del Gruppo Piaggio. L’esordio è al GP di Spagna nel 2002, con il team Derbi, e Jorge batte subito un record: è il pilota più giovane di tutti i tempi a correre nel motomondiale, avendo compiuto i 15 anni (età minima) il sabato prima della gara. Su Derbi 125 arriva, nel 2003, il primo successo iridato nel GP del Brasile.

Passa in 250 nella stagione 2005 e vince il suo primo GP all’esordio della stagione 2006, con Aprilia RSW, sul circuito di Jerez; una vittoria che ripeterà altre sette volte durante la stagione, laureandosi Campione del Mondo 2006. E ora la conferma del titolo dopo un mondiale reso incerto dal grande valore di un avversario quale Andrea Dovizioso.Il palmarès di Aprilia conta ora ben 30 titoli mondiali Velocità (14 Costruttori e 16 Piloti) nell’anno in cui ricorre il ventennale della prima vittoria Aprilia, conquistata da Loris Reggiani nel Gran Premio di San Marino del 1987.

I tre titoli mondiali già vinti nel 2007 consolidano sempre più la posizione di Aprilia come il marchio italiano più titolato tra i costruttori in corsa nel Motomondiale, oltre a sottolineare il dominio assoluto nelle classi “due tempi” che, nel 2006, hanno registrato l’en plein di Aprilia con i titoli Piloti e Costruttori sia in 125cc, sia in 250cc.Leo Francesco Mercanti, Direttore brand Aprilia, ha così commentato la giornata odierna: “Un grazie di cuore a Jorge Lorenzo, che, con un GP di anticipo, ci ha permesso di vincere  questo alloro mondiale. I due titoli Piloti conquistati consecutivamente da Jorge nella 250 lo pongono tra i grandissimi di questa classe e confermano Aprilia quale straordinaria scuola di giovani vincenti.

Anche questo titolo è il premio al lavoro eccezionale di una squadra di tecnici e di un’azienda di grandissima competenza, animate da passione senza eguali. Valori che, in solo venti anni, hanno permesso a un marchio giovane come Aprilia di diventare un mito del motociclismo sportivo. Voglio ringraziare i piloti, i team e gli sponsor che hanno partecipato a questa cavalcata entusiasmante.

E ora attendiamo il nome del pilota per il titolo 125, l’ultimo tassello che manca di un poker di una stagione 2007 veramente entusiasmante.Giampiero Sacchi, Direttore delle attività sportive del Gruppo Piaggio, ha dichiarato: “Ringrazio Jorge per avere con questo successo coronato una annata straordinaria con quattro titoli vinti che si aggiungono ai quattro dello scorso anno, successi che ripagano il lavoro del Reparto Corse, ormai punto di riferimento per la tecnologia dei motori a due tempi.

Auguro a Jorge ancora tante vittorie nella nuova avventura in MotoGP, giusto riconoscimento per il suo grandissimo talento”.

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , superbike , gare


Top