Attualità e Mercato

pubblicato il 29 aprile 2016

Salone di Pechino, una “Cina” di novità

Tantissime le anteprime, molte però solo per l’Oriente. Eccole raccontate da OmniAuto.it

Salone di Pechino, una “Cina” di novità

Lo avevamo anticipato la settimana scorsa ed ecco che a “profezia” data, responso realizzato. Non serviva essere degli indovini per anticipare l’importanza che il Salone di Pechino avrebbe rivestito quest’anno per il mondo dei motori, anche quello del Vecchio Continente, ma onore al merito: le novità sono state tante e anche se moto non se ne sono - apparentemente - viste molte, ad Auto China 2016 le anteprime a quattro ruote sono state tante. Dal 25 aprile i colleghi di OmniAuto.it hanno infatti seguito giorno dopo giorno gli annunci ad incominciare da quelli delle Case tedesche, che in piena tradizione locale si sono dilettate in fuochi d’artificio. Audi ha raccolto non poca attenzione attorno alla sua coupé TT, presentata al Salone di Pechino nella nuova RS da 400 cavalli, disponibile sia in versione coupé che roadster, anche in Italia. Diversamente sarà invece per il T-Prime Concept GTE presentato dalla “sorella” Volkswagen: ibrido da 381 CV e con un’autonoma in solo elettrico da 50 km, è destinato ad essere un prototipo confinato oltre gli Urali, ma che vedrà la luce anche in Europa sotto le vesti del prossimo Touareg.

A sbarcare anche in Italia ci penserà piuttosto il nuovo SUV targato Renault. Il Koleos - questo il suo nome - punta a coprire la fascia alta della gamma del costruttore francese, che dopo la presentazione a Pechino conta di “esportarlo” anche nel Vecchio Continente. Percorso inverso ha fatto invece la Maserati Levante, che con la presenza ad Auto China 2016 segna il suo ingresso nel mercato cinese, dove il segmento dei SUV premium sono dominati da Porsche con il suo Cayenne, di cui è stato presentato in questi giorni un nuovo allestimento top di gamma per i più facoltosi. Sono destinate invece al mercato cinese molte delle altre novità che hanno tenuto banco al Salone di Pechino, ad incominciare dalla Mazda CX-4 - che in Europa, almeno in questa veste, non arriverà - e passando per le Peugeot 308 Sedan e 3008. Un SUV che non deve ingannare nel nome al pari della nuova Citroen C6: entrambe le francesi non hanno a che vedere con le omonime versioni europee. Anticipano però linee e tendenze al pari del concept Pininfarina DX3, della Volvo Lounge Console o della Citroen E-Elysée che forse vedremo anche dai noi… o forse no.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , auto


Top