Attualità e Mercato

pubblicato il 29 aprile 2016

Burasca 1200: la prima moto di Aldo Drudi

Il designer dei caschi di Valentino Rossi si cimenta anche con le moto, sarà costruita su base Honda

Burasca 1200: la prima moto di Aldo Drudi

Conosciamo Aldo Drudi per il suo lavoro come designer dei caschi e delle grafiche legate a Valentino Rossi, un sodalizio che esiste da quando il campione di Tavullia ha iniziato a correre. L'azienda aperta dall'artista, però, fornisce le grafiche a tanti altri piloti ed è pronta ad ampliare il suo business con la prima moto interamente disegnata da D-Perf.

La prima moto di Drudi

Si chiamerà Burasca 1200 ed è un concept definito "alto esercizio di stile", con un intero team creativo alle spalle, che lavora in una bizzarra officina definita "Air Garage" (ha le pareti gonfiabili), situata sul tetto del Museo Civico di Rimini. L'eccentricità non manca a questo progetto, che è ancora avvolto nel mistero, se non fosse per il nome, per la dichiarata partnership con Honda e per il primo bozzetto che si vede nella foto d'apertura.
Sul sito si legge: "Si parte da un foglio bianco su cui si posa una matita. La mano comincia a disegnare: l'approccio al lavoro è antico, artigianale, il tratto in grafite si trasforma in 3D, riportato su una workstation dove vengono definiti i volumi che comporranno la motocicletta. Paolo Picchi è il responsabile dello sviluppo 3d e dello stile. Cresciuto a fianco maestro Massimo Tamburini, È determinato in una continua ricerca della perfezione. I partner d'eccellenza del progetto hanno un compito tanto difficile quanto importante: trasformare il sogno in materiale nobile, con la qualità, l'innovazione e l'affidabilità che li contraddistingue."

Sarà costruita su base VFR 1200?

Burasca 1200 non è ancora stata rivelata, ma possiamo andare ad intuito: la moto è logicamente una Honda, e la cilindrata di 1200cc non può che farci venire in mente il V4 montato sulle VFR e Crosstourer. Dal primo bozzetto reso pubblico nel teaser, si nota senza troppa fatica che si tratta di una sportiva e sport-touring, con grosso serbatoio e codino affilato, questo ci fa propendere per la VFR 1200 F come scelta di base per questo progetto, che sarà, quindi, sportivo ma con impostazione puramente stradale. A conferma di ciò, il primo video pubblicato (già da più di un anno) che mostra l'Air Garage, con al suo interno una VFR 1200 smontata.

Burasca 1200

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , concept , design


Top