Sport

pubblicato il 15 marzo 2016

Marc Marquez contro Rossi: utilizza i media contro gli altri piloti

Nell'intervista di motorsport.com, il pilota spagnolo fa accuse non troppo velate al campione italiano

Marc Marquez contro Rossi: utilizza i media contro gli altri piloti

I colleghi di motorsport.com hanno avuto la possibilità di intervistare Marc Marquez durante i test di Losail, a pochi giorni dall'inizio del campionato MotoGP, e il pilota spagnolo sembra intenzionato a non ripetere gli errori dello scorso anno, andandoci piano anche sui giudizi riguardo la moto e le gomme, elementi che non sembrano essere ancora ben calibrati. E poi c'è la questione Valentino Rossi.

Rossi, i media e le scorrettezze

L'intervista inizia con la domanda di routine su come ha passato l'inverno, e la risposta non poteva che essere una: allenamento, con qualche sprazzo di beneficenza e divertimento in pista con il cross e il dirt track. Interessante la sua risposta alla domanda "hai ripensamenti per come è finito lo scorso campionato?":
"Potete non credermi, ma non troppi. Mi può capitare se le cose dipendono da me o se penso di aver fatto degli errori. Ma in questo caso io so di non aver fatto nulla che non avrei dovuto fare, quindi no. A Valencia, per esempio, sapevo che se mi fossi classificato secondo, o tra Valentino e Jorge, sarebbe stato sottolineato a prescindere da come avessi corso la gara.
Uno può essere qui da più tempo o aver vinto di più, ma in pista nessuno è al di sopra degli altri. Cosa sarebbe successo se a Valencia avessimo corso tutti vestiti di nero, senza sapere contro chi stavi battagliando? Chiaramente ci sono piloti che hanno più forza rispetto ad altri con i media, ma se lo sono guadagnato. Ma usarla contro chiunque è un'altra cosa. Ogni volta che sono salito sulla mia moto sono sempre andato al massimo, facendo quello che ritenevo più appropriato e dando il 100%. In pista non mi faccio influenzare da nessuno".

Le difficoltà di Marc durante i test

Frecciatine più o meno velate a Rossi, alla sua popolarità e alla sua capacità di condizionare i media. Ma Marc confessa di aver imparato molto dallo scorso campionato: "Probabilmente ho imparato di più nel 2015 rispetto al mio debutto in MotoGP. E' chiaro che nel 2013 ho imparato molte cose, ma non avevo alcuna pressione. L'anno scorso invece ho dovuto confrontarmi con questa, invece quando vinco non la sento. Se si commette un errore non succede nulla, ma se inizi a farno uno e poi un altro, la gente inizia a farsi delle domande. Sono convinto quindi che questo mi aiuterà molto in futuro".
Poi si cambia argomento e si parla dei test, un argomento che Marc non approfondisce più di tanto perchè ci sono stati molti problemi: "A Sepang questa volta è andata molto peggio rispetto allo scorso inverno. Quest'anno comunque abbiamo capito subito che i test sarebbero stati troppo brevi, perché avevamo tante cose da provare e soprattutto dei problemi di elettronica da risolvere. Questi hanno rallentato anche il nostro adattamento alle nuove gomme, perché non potevo spingere al limite". L'intervista completa è molto più articolata, vale la pena leggerla per intero su it.motorsport.com

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , interviste


Top