Attualità e Mercato

pubblicato il 7 marzo 2016

Incidente: quali pene? Dipende...

Omicidio stradale, le pene in caso di sinistro variano in base alla gravità dell’infrazione

Incidente: quali pene? Dipende...

Il nuovo reato di omicidio stradale ha creato anche un po’ di confusione sul web. Vediamo di fare chiarezza, grazie all’aiuto di poliziamunicipale.it. Nell’ipotesi generica di violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, è prevista la reclusione da 2 a 7 anni per chiunque cagioni per colpa la morte di una persona, da 3 mesi a 1 anno in caso di lesioni gravi e da 1 anno a 3 anni in caso di lesioni gravissime. Occhio: la pena scatta, in modo ampio, nei confronti di chiunque: pedoni, ciclisti inclusi. Non soltanto per i conducenti di veicoli a motore.

Ecco l’omicidio stradale

La pena della reclusione diventa più severa, ovvero da 5 a 10 anni per l’omicidio stradale, da 1 anno e 6 mesi a 3 anni per le lesioni gravi e da 2 a 4 anni per le lesioni gravissime, quando il fatto è causato per colpa dal conducente di un veicolo a motore è in stato di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l e non superiore a 1,5 g/l. Oppure procede in centro urbano a una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h. O su extraurbane a una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita. Idem se attraversa un’intersezione con il semaforo rosso, circola contromano, fa inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi, sorpassa in corrispondenza di un attraversamento pedonale o di linea continua.

Ancora più grave

Le pene più alte, con la reclusione da 8 a 12 anni per l’omicidio stradale, da 3 a 5 anni per le lesioni gravi e da 4 a 7 anni per le lesioni gravissime, sono previste quando l’evento è provocato nelle ipotesi più gravi di guida di veicoli a motore sotto l’effetto di alcol o droghe: stato di ebbrezza alcolica, con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, dei conducenti di veicoli a motore; stato di alterazione psico-fisica dei conducenti di veicoli a motore, in conseguenza dell’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , incidenti


Top