Sport

pubblicato il 18 febbraio 2016

MotoGP: piloti richiamati all'ordine con regole e video

Per evitare un finale di stagione come nel 2015, la Grand Prix Commission ha distribuito un decalogo e i video delle manovre che verranno punite

MotoGP: piloti richiamati all'ordine con regole e video

Il finale di stagione dello scorso campionato MotoGP è stato un gran pasticcio, sia per il comportamento scorretto di alcuni piloti che per l'inadeguatezza delle sanzioni. Per evitare qualsiasi altro episodio simile, Dorna è corsa ai ripari istituendo tre nuovi responsabili del regolamento: Mike Webb come direttore di gara più altri due commissari scelti dalla FIM. Il primo passo è stato fatto, ma per poter essere sicuri c'è bisogno di riportare l'ordine anche fra i piloti.

Decalogo e video per chiarire le idee ai piloti

Per questo è stato distribuito a tutti gli iscritti della MotoGP un decalogo delle regole fondamentali, da rispettare come i dieci comandamenti. Una sorta di vademecum delle manovre che sono considerate gravi violazioni al regolamento e che verranno punite seriamente a partire da questa stagione. 
Per far capire al meglio il concetto, è stata consegnata a ogni pilota anche una chiavetta USB con i video delle suddette occasioni in cui viene violato il regolamento... quasi a non voler lasciare alcun adito di dubbio su quello che è consentito o meno. Per i rider ci sarà anche un compito da svolgere, saranno chiamati dalla Grand Prix Commission e interrogati sul contenuto di regole e video, con la richiesta di un parere su che tipo di sanzione è giusto applicare nei diversi casi.

Dorna vuole evitare un "2015 Bis"

In sostanza, Dorna e FIM vogliono far capire per bene il regolamento a quei piloti troppo pigri o troppo trasgressivi che pensa di poter passare sopra il regolamento, dall'altro lato c'è invece una sorta di "ricerca" per capire quali manovre i piloti ritengono più gravi di altre. Fra i video diffusi - conferma it.motorsport.com - non ci sarebbero alcuni eventi molto discussi durante l'anno, come i contatti Marquez-Rossi in Argentina e il taglio della Chicane di Valentino ad Assen. Chissà se quest'anno i piloti riusciranno a "stare buoni".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp


Top