Sport

pubblicato il 15 febbraio 2016

MotoGP: presentata la RC213V 2016

A Jakarta sono stati tolti i veli alla moto del nuovo campionato, che all'apparenza cambia poco ma è molto diversa

MotoGP: presentata la RC213V 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 1
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 2
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 3
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 4
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 5
  • Honda RC213V 2016 - anteprima 6

La MotoGP entra nel vivo e fra le presentazioni dei "big" mancava solo il team Honda Repsol HRC, che per il 2016 ha confermato la coppia Marc Marquez - Dani Pedrosa e tutte le caratteristiche principali della RC213V, che per il momento non è stata rivoluzionata ma solo evoluta rispetto alla moto dello scorso anno. L'unveiling è stato fatto a Jakarta, nella pista di Sentul, davanti a una folla di fan urlanti e alla stampa internazionale. 

Il telaio, cambiare poco per cambiare tutto

La domanda principale è: cosa è davvero cambiato nella moto 2016? Apparentemente sembra identica a quella dello scorso anno, con stesse grafiche, stessi sponsor e stesse carene. In realtà aguzzando la vista possiamo notare piccoli dettagli leggermente diversi, il più importante dei quali è il forcellone, completamente ridisegnato e più ampio nella parte inferiore. 
Sotto le carene, a detta dei tecnici giapponesi, ci sarà il numero maggiore di novità, con un telaio dotato di una maggior rigidità e un migliore bilanciamento. Se gli ingegneri avranno lavorato bene su quest'elemento, potrebbe essere la stagione della riscossa per Honda, dato che il pacchetto è sempre stato ai massimi livelli ma le ultime evoluzioni del telaio non sono state all'altezza delle aspettative.
Forse ricorderete la prima parte del Campionato 2015, quando Marc Marquez è stato protagonista di parecchie cadute e gare sottotono, in parte dovute a un nuovo telaio che non sposava lo stile di guida dello spagnolo. Con il ritorno alla ciclistica 2014 le cose sono migliorate e Marc ha ritrovato la retta via. Per quanto limitate possano essere le modifiche, abbiamo visto che la RC213V è sensibilissima ai cambiamenti. Inoltre all'incognita del cambiamento del telaio si aggiunge quella delle nuove gomme Michelin, che contribuiscono non poco al comportamento della parte strutturale.

Nuovi componenti meccanici per aumentare l'affidabilità

Grande punto di domanda anche sull'affidabilità. Con l'elettronica condivisa e i motori contingentati a 7 per 18 gare, sarà necessario avere una meccanica robusta, sulla quale i tecnici giapponesi si sono particolarmente concentrati nella nuova RC. Questo è uno degli aspetti meno preoccupanti della nuova stagione, essendo quasi tutti i nuovi componenti interni largamente collaudati e molto più semplici da testare al banco rispetto a sosensioni e telaio. 
In sostanza, come per le moto rivali, è difficile dire se la Honda 2016 sarà competitiva fin da subito e se lo sarà più della favoritissima Yamaha. Le poche modifiche effettuate sulla moto sono la dimostrazione che si vuole proseguire sulla strada già tracciata... e che Michelin gliela mandi buona!
Marc Marquez è convinto di avere fra le mani una moto vincente "Andiamo in Australia per continuare a lavorare sul nuovo motore e nuova elettronica. A Sepang abbiamo fatto alcuni passi nella giusta direzione, ma a Phillip Island dobbiamo decisamente progredire. Sono sicuro che la mia squadra e gli ingegneri HRC troveranno il modo di migliorare così come noi piloti dovremo abituarci al nuovo software". L'intervista completa ai piloti la potete leggere su it.motorsport.com

 

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , anticipazioni


Top