Sport

pubblicato il 1 febbraio 2016

Casey Stoner: il ritorno che fa bene alla MotoGP

Nella sua prima uscita con la Ducati ha fatto segnare un tempo interessante. Gli appassionati sono impazziti

Casey Stoner: il ritorno che fa bene alla MotoGP

I test MotoGP 2016 sono ufficialmente iniziati e il protagonista è soltanto uno: Casey Stoner. Il pilota australiano è sceso in pista nel weekend con la Ducati ufficiale, per la prima volta dopo Valencia 2010 e grazie a un rinnovato contratto con la Casa bolognese per portare avanti lo sviluppo della moto 2016 e ovviamente figurare come uomo immagine del brand, in quanto unico ad aver vinto il titolo mondiale con la rossa, nell'ormai lontano 2007.

Stoner torna in sella

Casey rappresenta molto più di un tester d'eccezione, non solo per Ducati ma per il circus intero. Con Honda è sempre stato tenuto ai margini della squadra ufficiale, mai mischiato troppo con Marquez e Pedrosa, ma in Ducati è come se avesse ritrovato il posto da leader che ha sempre avuto negli anni in cui ha corso.
Vuoi anche per i ducatisti, che al solo pronunciare del suo nome vanno in brodo di giuggiole, e che finalmente possono di nuovo godere della sua tuta rossa e del suo stile inconfondibile in piega. Le prime immagini da Sepang non danno adito a dubbi e Casey sembra pure molto in forma
"Ho ancora bisogno di un po’ di tempo per tornare a un livello competitivo e ritrovare il feeling giusto, perché non guido una MotoGP da un anno e una moto da corsa da sei mesi. La Desmosedici GP ha un gran potenziale, e io spero di riuscire a dare il feedback giusto a Gigi e agli ingegneri di Ducati Corse per aiutare i due Andrea a ottenere degli ottimi risultati quest’anno. Sono contento e sorpreso dal mio tempo sul giro." ha dichiarato alla fine della prima giornata (l'intervista completa su OmniCorse.it)

I tempi sul giro convincono

Il tempo sul giro è un argomento altrettanto interessante di questo ritorno: 2'02"1 è il miglior crono ufficioso, preso quando ancora gli altri piloti non avevano iniziato le sessioni ufficiali. Si è pensato subito a un buon tempo, considerando le nuove gomme Michelin delle quali si sa ancora poco e le condizioni climatiche sempre variabili sull'umidissima pista malese.
Questa mattina, però, ci è bastato vedere i tempi dei piloti iscritti al campionato per capire che Casey ha girato davvero forte: miglior crono di Jorge Lorenzo con 2'00"863, qualche pilota sul 2'01 e poi il quinto posto di Marquez con 2'02"2. Stoner sarebbe stato nella Top5 della prima giornata di test ufficiali.
Per il momento tutto rimane, comunque, puramente indicativo. Non sappiamo quanto scenderanno i tempi dei piloti ufficiali nei prossimi e non abbiamo attualmente la conferma dello stato di forma di Casey, che se pure fosse così competitivo già da subito, non potrebbe comunque giocarsi il mondiale perchè non iscritto regolarmente al campionato. Intanto i ducatisti vanno in visibilio e tutti gli appassionati di sport pure, è un gran bel ritorno!

 

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp


Top