Special e Elaborazioni

pubblicato il 11 gennaio 2016

Un'Audi a 2 ruote? C'è chi la vede così...

Il concept firmato dal designer Damien Vizcarra ripropone motociclisticamente elementi caratteristici di alcuni modelli della Casa tedesca

Un'Audi a 2 ruote? C'è chi la vede così...
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Concept moto Audi - anteprima 1
  • Concept moto Audi - anteprima 2
  • Concept moto Audi - anteprima 3

Elegante, futuristica, difficilmente inquadrabile in una specifica categoria e... con tanto di codino e faro anteriore che rimandano direttamente alla Diavel made in Borgo Panigale, avamposto motociclistico Audi in terra italica. Il progetto RR proposto dallo studio 5:11 am del designer Damien Vizcarra, riprende le linee stilistiche, e alcune delle soluzioni tecniche, della produzione auto della Casa di Ingolstadt.

Microcamere al posto degli specchietti

Basta, ad esempio, puntare lo sguardo all'avantreno per vedere come la copertura laterale che "nasconde" la sospensione anteriore (di tipo a braccio singolo) non sia altro che il pannello che compariva subito dietro le porte della prima generazione Audi R8. Ancora più interessanti - e di stampo automobilistico - le microcamere inserite nei contrappesi del manubrio, che sostituiscono i classici specchietti retrovisori, proiettando quel che succede dietro al pilota direttamente sulla visiera del caso, come consentito dalle ultime tecnologie. La calandra circondata dai LED del faro anteriore, poi, sembra ricordare direttamente il muso dei modelli più aggressivi targati Audi.

Leggera e sportiva

Soluzioni avveniristiche, come l'adozione di una trasmissione magnetica (che pulisce le linee del forcellone monobraccio, lasciando la ruota posteriore in bella vista) e una meccanica supercompatta, restituiscono l'immagine di una sportiva leggera, filante e aggressiva. Per il momento, solo un bel sogno!

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , curiosità , concept , auto


Top