Special e Elaborazioni

pubblicato il 2 gennaio 2016

BMW HPNineT Café Racer by High Octane Speed Shop

La classic roadster bavarese continua ad essere fonte di ispirazione per intriganti trasformazioni

BMW HPNineT Café Racer by High Octane Speed Shop
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 1
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 2
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 3
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 4
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 5
  • BMW HPNineT Café Racer  - anteprima 6

Un modello di tale personalità estetica, la BMW R NineT, che la possibilità di inciampare è sempre dietro l'angolo, per un preparatore che voglia misurarsi con lei senza meditare adeguatamente l'impresa. Ci prova Jeffry Sol di High Octane Speed Shop e sceglie la strada, sempre più battuta, dello stile café racer, sebbene la sua creatura - la HPNineT Café Racer - appaia tutt'altro che scontata

Passato e futuro

Perché la guardi e subito pensi alle moto che sfrecciavano aggressive negli anni '60 e '70, con tanto di classico cupolino a testa di siluro per fendere l'aria e cercare la massima aerodinamicità sul veloce. Poi, però, osservi meglio, ed ecco che tanti piccoli particolari proiettano le percezioni in avanti e ti spiazzano... a partire dallo "sguardo" che fuoriesce proprio dal cupolino, col faro asimmetrico e decentrato - una soluzione davvero intrigante - passando alla coda, in cui si trova inglobato lo scarico, perfettamente livellato alla superficie del guscio in metallo satinato... una vera goduria per gli occhi!

Dettagli che fanno la differenza

Percezioni futuristiche e raffinate, cui contribuisce anche l'effetto cromato, irrobustito dal voluminoso puntale posizionato sotto al motore, ma ben bilanciato e in contrasto con telaio, forcellone e cerchi in nero. Colore scelto anche per la sottile sella in pelle trapuntata, con la particolare forma "a doppia coda". Una lavorazione meticolosa, quella per realizzare la BMW HPNineT Café Racer, che ha necessitato di oltre 6 mesi di officina e di numerose piastre di alluminio pazientemente saldate a mano, con una saldatrice TIG.

Com'è possibile?

Con questa special, Jeffry Sol di High Octane Speed Shop è arrivato secondo al BMW Soul Fuel challenge 2015, sfida tra preparatori a colpi di moto dell'Elica, tenutasi nell'anno appena trascorso in nord Europa, nei Paesi Bassi. Ma la domanda che ci poniamo è... com'è possibile che non abbia vinto? Davvero qualcuno, in quell'occasione, è riuscito a creare qualcosa di ancora più bello? Indagheremo!  

Autore: Diego D'Andrea

Tag: Special e Elaborazioni , bicilindriche , special


Top