Attualità e Mercato

pubblicato il 22 dicembre 2015

Rc e revisione moto: vi beccano autovelox e Tutor

Se il Disegno Legge entrerà in vigore, le telecamere saranno utilizzate per scovare chi non è in regola

Rc e revisione moto: vi beccano autovelox e Tutor

Il funzionamento è molto semplice: un database alimentato da assicurazioni e Motorizzazione contiene tutti i dati delle assicurazioni dei veicoli. In futuro, se il Disegno legge Stabilità 2016 diverrà legge, autovelox e Tutor leggeranno la targa; mediante il collegamento con la banca dati si capirà se il mezzo è in regola. Non solo: verrà multato pure chi non ha eseguito la revisione periodica obbligatoria.

Dove sta scritto

Lo prevede un emendamento, a prima firma Sergio Boccadutri (Pd), approvato in commissione Bilancio alla Camera: “È una misura a favore degli automobilisti onesti che, attraverso l'utilizzo dell'innovazione tecnologica, eviterà che i furbi la facciano franca sperando di non essere fermati quando ad esempio non hanno pagato l'assicurazione obbligatoria”. Adesso, bisognerà attuare questa norma e coinvolgere tutti gli attori in campo. Non servirà più la contestazione immediata anche per queste nuove violazioni e dalle immagini si potrà risalire alle infrazioni grazie alla banca dati delle assicurazioni.

Vantaggi per la Polizia. Ma...

Così, la Polizia - sgravata dal lavoro di routine - potrà occuparsi maggiormente del presidio e del controllo del territorio contro la droga e contro l'abuso di alcol attraverso gli esami specifici. Pur tuttavia, il ministero dell’Interno mette in guardia: se il database non è aggiornato, a contare è il certificato assicurativo cartaceo. Insomma, innovazione sì, ma sino a un certo punto.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , assicurazione , autovelox , multe


Top