Attualità e Mercato

pubblicato il 7 dicembre 2015

Incidente in moto: guidatore brillo? Passeggero risarcito

Il passeggero (o i suoi familiari) hanno diritto al risarcimento anche se il guidatore era brillo

Incidente in moto: guidatore brillo? Passeggero risarcito

La Cassazione, con sentenza 1768/15, fa perdere le assicurazioni e vincere i cittadini. Il caso: una ragazza accetta il passaggio sulla moto del fratello, brillo. C’è un incidente, e lei sfortunatamente perde la vita. L’assicurazione non intende risarcire al 100% i familiari della ragazza per un motivo semplice (e sconcertante): doveva accorgersi che lui era brillo e quindi non accettare il passaggio. Si va per vie legali (sono in ballo centinaia di migliaia di euro) e alla fine la spuntano, per fortuna, i familiari: rimborso intero, e subito.

Cosa dice la Cassazione

Per gli ermellini, la presenza nel sangue del guidatore di un tasso alcolemico superiore al consentito, specie quando è di poco sopra il limite, non può essere di per sé un elemento che dimostra la sussistenza del concorso di colpa da parte del passeggero. La compagnia paghi il 100% del rimborso: non riesce a dimostrare gli elementi in base ai quali si dovrebbe ritenere che il terzo trasportato non poteva non avvedersi dello stato di alterazione del conducente.

Quanti soldi

Alla fine, i poveri padre, madre e nonna materna della ragazza deceduta ottengono il risarcimento dalla compagnia chiamata in giudizio secondo l’articolo 141 del codice delle assicurazioni: il primo e il secondo sui 300.000 euro, la terza sui 44.000 euro. Perché il tasso alcolemico rilevato nel conducente non era così elevato da determinare con certezza uno stato confusionale evidente, con andamento barcollante e perdita di controllo. È pur vero che l’alcol è un nemico pericolosissimo per la sicurezza stradale, e che i passeggeri devono stare attentissimi alle condizioni psicofisiche del guidatore. Ma, purtroppo, talvolta non è così facile capire che il conducente sia in stato alterato.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , incidenti , assicurazione


Top