Novità

pubblicato il 30 novembre 2015

Tacita T-Race Rally e Diabolica: aggiornamenti per il 2016

Le fuoristrada elettriche italiane ricevono piccole modifiche di dettaglio per il nuovo anno

Tacita T-Race Rally e Diabolica: aggiornamenti per il 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 1
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 2
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 3
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 4
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 5
  • Tacita aggiornamenti gamma 2016 - anteprima 6

Tacita è il primo marchio italiano che si occupa di moto elettriche da fuoristrada, e in questi anni di sviluppo è riuscita a creare una gamma completa di mezzi, tutti rigorosamente tassellati e dai contenuti tecnologici elevati, oltre che esclusivi. Per il 2016 non ci sono grossi cambiamenti ma solo degli aggiornamenti comuni ai due modelli di punta del listino, la T-Race e la Diabolika, rispettivamente da rally e supermotard.

Piccole novità sulla gamma

Al primo punto, Tacita mette i nuovi caricabatterie, che è possibile trasportarse su un'apposita borsa da montare sulla moto e che permette la ricarica da qualsiasi tipo di presa elettrica. C'è anche una nuova strumentazione interamente digitale dotata di sistema Can Bus, già largamente utilizzato nelle auto, che permette di semplificare i comandi digitali e i sensori all'interno di un unico cablaggio elettrico con singola presa. 
Per le versioni con le batterie supplementari (quelle che si vedono "appese" ai fianchi e che sembrano delle piccole valigie laterali), c'è una nuova carena protettiva in carbonio e un nuovo profilo del codino. La sella è stata a sua volta allungata di 4 centimetri, è disponibile al gel, ed è più larga nella parte posteriore dedicata al passeggero.

Se si scarica troppo va in "riserva"

Viene introdotta anche la "Modalità Riserva", che spiega lo stesso creatore di Tacita, Pierpaolo Rigo: "All'approssimarsi del 20% di carica residua si attiva la modalità riserva. Altri km di marcia a velocità ridotta per raggiungere un punto di ricarica oppure la nostra T-Station: il carrello portamoto di Tacita equipaggiato con pannelli fotovoltaici dove poter ricaricare la moto a energia solare. Il carrello funge anche da bivacco e da power supply per campi base in zone non servite da reti elettriche. Questo è il vero impatto zero”.

 

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , moto elettriche


Top