Attualità e Mercato

pubblicato il 24 novembre 2015

Sconto multe nei 5 giorni: non confondetevi

Le dritte per pagare il giusto, senza boomerang pericolosi

Sconto multe nei 5 giorni: non confondetevi

La polemica (violenta) l’ha fatta nascere l’ex ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, ora deputato: “ll termine di 5 giorni per eseguire il pagamento, al fine di fruire dello sconto del 30%, decorre dal momento in cui il cittadino ha conoscenza legale dell’atto”. Il messaggio è per i Comuni, dice Lupi: “Le multe non sono uno strumento a disposizione per aumentare gli introiti e per sanare i deficit di bilancio, ma uno strumento per far rispettare il Codice della strada”, in riferimento al fatto che parecchi Comuni mischiano le carte, confondono le idee, e sanzionano più volte chi ha pagato in modo sbagliato.

"Attacco" a Milano

Lupi ha nel mirino soprattutto il Comune di Milano: “Lo dico di fronte a questa vicenda dei 5 giorni dalla data della notifica che non esito a definire una vergogna, un trucchetto di cui vergognarsi, un gioco delle tre carte per fregare un’altra volta il cittadino: la legge è chiara e dice che la notifica è tale quando il cittadino riceve la multa a casa, non quando viene consegnata all’ufficio postale, da lì partono i 5 giorni entro i quali si ha il diritto di pagarla con lo sconto del 30%. La norma è così chiara che non capisco il senso di quella frase nei verbali che cita la legge solo a metà”.

Cosa dice il ministero

La regola (c’è dal 2013) dice: la riduzione del 30% si applica solo sulla sanzione effettiva prevista dal Codice, e quindi non si può usufruire della stessa agevolazione per le spese di notifica. Per notifica si intende la ricezione al domicilio del proprietario del veicolo di un verbale relativo a una violazione commessa e non contestata al conducente, come accade ad esempio per gli autovelox o il Tutor. Per contestazione si intende invece quando il conducente viene fermato e messo immediatamente a conoscenza dell'infrazione commessa. Una volta pagata una sanzione, con o senza lo sconto del 30%, viene meno il diritto a presentare ricorso al Giudice di pace o al Prefetto. L'importo della sanzione non può essere arrotondato e si deve prestare attenzione a pagare l'importo esatto della sanzione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , multe


Top