Novità

pubblicato il 20 novembre 2015

Wunderlich crea la BMW R1200GS a trazione integrale ibrida

Al motore boxer viene aggiunta la trazione anteriore tramite motore elettrico sul mozzo. Per ora è un prototipo

Wunderlich crea la BMW R1200GS a trazione integrale ibrida
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 1
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 2
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 3
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 4
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 5
  • BMW R1200GS Wunderlich trazione integrale - anteprima 6

BMW, con la serie GS, ha creato un'esercito di globetrotter rendendo il viaggio in moto (anche quello a lungo raggio) di moda e un'esperienza alla portata di molti. Una moto adventurer deve saper affrontare terreni e situazioni molto diverse, deve essere rigorosa su asfalto e in autostrada ma agile e capace di tirarsi fuori dalle più ostili situazioni in strade dissestate. La GS riesce bene in questo compito, ma il produttore di accessori tedesco Wunderlich ha portato a EICMA 2015 qualcosa che la rende ancora più adatta all'avventura: la trazione integrale.

La ruota davanti è elettrica

Una moto che "tira" anche dalla ruota anteriore è una sensazione che in pochissimi conoscono ma è una soluzione ottima per evitare di rimanere impantanati con un mezzo pesante come il GS e avere ancora più trazione. Il sistema di Wunderlich si basa su una trazione elettrica da 7,6 kW all'interno del mozzo anteriore, che garantisce una coppia di 150 Nm, con il sistema di recupero di energia in frenata. 
Essendo un elemento esterno al motore, si può regolare la quantità di spinta della ruota anteriore. Volendo si può anche marciare con la sola trazione elettrica davanti, a motore spento, fino ad un massimo di 20 km/h e in retromarcia fino a 3 km/h. 

È ancora un prototipo

La trazione integrale elettrica di Wunderlich è per il momento in fase prototipale, si prosegue con lo studio per arrivare a una soluzione ideale per la produzione a prezzi ragionevoli e magari si proverà a limitare il peso del sistema elettrico aggiuntivo che per ora è di 14kg. Siamo curiosissimi di provare una moto del genere e capire quali sono i reali vantaggi nella guida su strada e fuoristrada.

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , eicma 2015


Top