Novità

pubblicato il 17 novembre 2015

BMW Scrambler 2016

Partendo dalla base della R NineT, a EICMA 2015 nasce una tuttoterreno modaiola e raffinata, con tantissime possibilità di personalizzazione

BMW Scrambler 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 1
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 2
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 3
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 4
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 5
  • BMW Scrambler 2016 - anteprima 6

Stile minimal, un mix di sensazioni in bilico tra hi-tech e linee senza tempo, poi, quel fascinoso scarico all'insù, con i due terminali sovrapposti ben saldati al corpo della moto, la possibilità di montare pneumatici tassellati e il manubrio alto. BMW Motorrad irrompe nel mondo Heritage con la nuova Scrambler, mezzo che sviluppa il concetto "NineT" - quello di una roadster di grande fascino, pronta a 1000 personalizzazioni - allargandone gli orizzonti.
Cuore pulsante di questo nuovo modello, si conferma l'inossidabile motore Boxer raffreddato ad aria/olio di 1170 cc, capace di erogare 110 CV a 7.750 giri/min e di sviluppare una coppia massima di 116 Nm a 6.000 giri/min. Un propulsore che, grazie alla nuova mappatura e al sistema di alimentazione del carburante con filtro a carbone attivo, soddisfa le norme antinquinamento Euro 4.

Ruota da 19

Nel tipico stile Scrambler, la ruota anteriore di questa nuova BMW R nineT Scrambler è di 19 pollici, con pneumatico anteriore dalla misura 120/70-19 e posteriore da 170/60-17 (Come optional, possono venire ordinati pneumatici fuoristrada tassellati, mentre la dotazione di serie prevede pneumatici stradali). Tutta rivista, poi, la geometria della ciclistica, al fine di garantire sensazioni di guida che sappiano cogliere a pieno la filosofia di questo genere di modello: guida spensierata quando si va a spasso, efficacia sulle strade tortuose e propensione al fuoristrada leggero.
Per assicurare l’immagine Scrambler, inoltre, la sospensione anteriore è stata realizzata con una forcella telescopica con soffietti in gomma e un’escursione di 125 millimetri. La sospensione posteriore, invece, è un monobraccio Paralever, come negli altri modelli con motore Boxer. Il compito di sostegno ed ammortizzazione viene assolto da un ammortizzatore centrale con escursione è di 140 millimetri. Il telaio in acciaio a doppia trave sviluppato appositamente per la R nineT Scrambler integra il motore Boxer come elemento portante ed è composto da una sezione anteriore con cannotto di sterzo integrato e da una sezione posteriore con supporto del braccio oscillante. Il telaio del passeggero è smontabile, consentendo così di viaggiare da soli o in due a seconda delle circostanze.
La frenata è affidata a pinze freno a 4 pistoncini, con tubi flessibili dei freni in acciaio inossidabile e dischi freno anteriori dal diametro di 320 millimetri. Al posteriore, troviamo un freno monodisco dal diametro di 265 millimetri con pinza flottante e 2 pistoncini, mentre l'ABS è di serie.

Design e personalizzazione

I tecnici della Casa tedesca sono andati alla ricerca di una ergonomia di guida capace di garantire un feeling in sella piacevole e rilassato. La posizione della seduta è dritta, con un triangolo ergonomico, composto da manubrio – superficie di seduta – pedane, ridefinito ex novo. Nel confronto con la R nineT, il manubrio è stato posizionato più in alto, la sella presenta un’imbottitura leggermente più sottile e le pedane sono sistemate più basse, arretrate, così da consentire una postura il più possibile naturale.
Sia che la preferiate così come BMW l'ha fatta, sia che siate animati dal sacro fuoco della customizzazione, la nuova Scrambler difficilmente vi lascerà indifferenti. Lo stile è raffinato e l'impatto estetico convince sia con i cerchi in lega fucinati di serie, ma ancor di più con le ruote a raggi incrociati in optional. Ma questa è solo una delle tante opzioni per personalizzare la scrambler.

Colorazione e particolari

La nuova BMW R nineT Scrambler è verniciata nel colore monolith metallizzato opaco, ripreso anche dal serbatoio e dalla calotta del proiettore. Il carattere classico della moto viene poi intensificato da componenti rivestiti in nero, come il telaio, il braccio, le ruote, i foderi della forcella e il carter del motore, mentre diverse superfici in alluminio, dalla struttura differente, creano una sorta di contrasto stilistico, evidenziando una certa atmosfera hi-tech. Il parafango anteriore e, nel caso che venga montata la sella monolitica, la conclusione della coda, sono verniciati in nero satinato.

Optional e accessori

Ampia la gamma di optional, di accessori originali e di equipaggiamenti dedicati: cerchi a raggi incrociati (ciclistica di serie), pneumatici da fuoristrada, ASC, manopole riscaldate, parabrezza Scrambler, sono solo un esempio delle tante possibilità in catagolo, cui si aggiungono anche molti accessori compatibili, già disponibili per la R nineT "standard".

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , eicma 2015


Top