Novità

pubblicato il 16 novembre 2015

Yamaha MT-10 2016

A EICMA 2015 vedremo questa bellissima naked derivata dalla R1, una vera bomba

Yamaha MT-10 2016

Yamaha, che ha tenuto ben segrete le novità prima della presentazione EICMA di questa sera, ha saputo ripagare l'attesa di tutti gli appassionati con una naked che non ci saremmo aspettati: si chiama MT-10 ed entra nella famiglia delle naked aggressive di Iwata, ma è in realtà una R1 spogliata delle carene e con il manubrio alto. 

Se ti spoglio la R1

Linee spigolose, design volutamente "robotico" e sfaccettato, con colorazioni che esaltano il contrasto fra le superfici. Con questa chiave estetica si propone come la più estrema della famiglia MT, grazie a un cupolino piccolo, fari separati e piccoli, molto aggressivi, fino al serbatoio e al codone che ricordano molto le altre moto della serie, ma comunque reinterpretando il concetto in chiave nuova. 
MT-10, come detto, deriva direttamente da YZF-R1, quindi motore 4 cilindri con albero motore a croce e potenza da vera Superbike. Le modifiche principali hanno riguardato l'aspirazione e lo scarico, ma c'è anche un nuovo albero motore disegnato specificatamente per questo modello. 

La più corta fra le naked 1000

Il telaio è lo stesso della R1, mentre Yamaha conferma che l'interasse è il più corto della categoria naked 1000 con soli 1.400 mm di distanza fra il perno ruota posteriore e quello anteriore. All'anteriore una forcella KYB a steli rovesciati da 43mm e al posteriore un mono KYB Monocross, tutti regolabili. I freni vantano doppio disco da 320 davanti con pinze radiali a 4 pistoncini e 220 dietro. ABS di serie e quick shift optional. 
Logicamente anche l'elettronica di bordo è derivata dalla R1, quindi ci aspettiamo tutti i controlli del caso (trazione, impennata, ecc) e la piattaforma inerziale. La strumentazione è LCD ed è presente anche il cruise control, raro su questo genere di moto. 
Sarà disponibile da maggio 2016 a un prezzo da definire, in colorazione Night Fluo, Tech Black e Race Blue. Rimaniamo in attesa di prezzi e valori prestazionali. 

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , eicma 2015


Top