Novità

pubblicato il 16 novembre 2015

Ducati XDiavel e XDiavel S 2016

Con un motore 1262 e un'estetica personale, è la Ducati più cruiser mai realizzata

Ducati XDiavel e XDiavel S 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 1
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 2
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 3
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 4
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 5
  • Ducati XDiavel 2016 - anteprima 6

Fra le novità di Ducati per EICMA 2015, l'XDiavel è senza dubbio quella al 100% inedita. Benché nel nome sia presente qualcosa di già conosciuto, infatti, a ben vedere siamo davanti ad un concetto completamente nuovo, con linee simili alla nota power cruiser ma con indole decisamente differente. XDiavel predilige l'andatura rilassata più di quanto ci si aspetti, grazie a una posizione di guida con pedane molto avanzate e a una trasmissione a cinghia che vediamo per la prima volta su una moto bolognese. Loro chiamano questa filosofia "low speed excitement".

Cosa cambia da una normale Diavel?

La risposta alla domanda sarebbe "tutto". Il piacere di guida di questa moto si gioca sull'elevata coppia che il motore Testastretta riesce ad offrire: 13,1 kgm disponibili a 5.000 g/min, ma con oltre 10 kgm già disponibili a 2.100 g/min. Questo bicilindrico ha una cilindrata di 1262 cc e il sistema DVT a fasatura variabile, per garantire un'erogazione fluida e corposa ai bassi regimi. I coperchi motore sono curatissimi nel design, con la pompa acqua riposizionata e la scomparsa dei tubi di raffreddamento e la trasmissione a cinghia richiede poca manutenzione e garantisce una dolcissima erogazioen della coppia. La potenza rimane comunque da primato: 156 CV.
XDiavel è completamente configurabile, con oltre 60 posizioni diverse disponibili grazie a 4 differenti posizioni delle pedane di guida, 5 selle e tre manubri, più una sella passeggero più confortevole anche con schienalino. Se pensate, però, che questo possa influire negativamente sulle caratteristiche dinamiche vi sbagliate. La moto può raggiungere i 40° di piega massima. 

Estetica minimale ma non banale

Veniamo all'estetica, perchè questa è la parte più interessante: le linee e le proporizioni rimangono quelle della Diavel classica, con il codino corto e i due fari verticali, ma qui si hanno linee più mature ed estreme dal punto di vista del design. spariscono i fianchetti raccordati al serbatoio e ora troviamo solo il contenitore del carburante, che lascia ben in vista telaio e motore. Il faro anteriore, ben aderente alla forcella, ha una forma inedita e squadrata.

Elettronica al top e versione S

Come le sorelle più sportive, anche la XDiavel è equipaggiata con L'Inertial Measurement Unit (IMU), il Ducati Traction Control (DTC), i Riding Mode, l’ABS Cornering Bosch, il Cruise Control e l’innovativo Ducati Power Launch (DPL) per partenze brucianti. La versione S è disponibile nel solo colore nero lucido, con luce a LED diurna, forcella con riporto DLC sugli steli, pinze freno anteriori Brembo M50, sella speciale e particolari con lavorazioni a vista come i cerchi in lega di disegno differente e cartelle cinghia in alluminio. Saranno disponibili diversi pacchetti stile e accessori: Sport Pack, Touring Pack e Urban Pack. Presto verranno comunicati prezzi e disponibilità

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , eicma 2015


Top