Test

pubblicato il 2 novembre 2015

BMW C 650 Sport 2016 - TEST

Abbiamo provato la nuova versione del maxi-scooter bavarese che punta alla leadership nel segmento "sport". Ecco com'è andata...

BMW C 650 Sport 2016 - TEST

Un maxi-scooter dal look sprint e aggressivo ma, allo stesso tempo, capace di innegabili punte di eleganza. BMW C 650 Sport, in versione 2016, ambisce a scalare il segmento di appartenenza, grazie ad una proposta sempre più tecnologica e di qualità, dalle spiccate doti prestazionali, "vestita" di una rinnovata e più coinvolgente veste estetica. Obiettivo raggiunto?
Siamo andati a scoprirlo in Spagna, lungo le tortuose strade attorno a Valencia, non prima di aver esplorato il vivace centro della città, con i suoi trafficati vialoni in un normale giorno feriale.

Estetica gratificante

Lo guardi e lo capisci subito. L’intenzione dei designer BMW, al momento di rivisitare le linee del C 650 Sport, è stata quella di puntare con decisione "la matita" in direzione dei modelli sportivi della gamma moto. Tutto, sul nuovo "maxi" dell'Elica, punta a esprimere un'immediata sensazione di dinamicità, a partire da una sapiente valorizzazione della robusta componentistica meccanica, dalla forcella upside-down al doppio disco anteriore, passando al monobraccio, che enfatizza le linee più "filanti" del posteriore. Operazione cui contribuiscono anche le nuove parti ridisegnate della carrozzeria e le inedite vernici. Il risultato estetico finale è quello di un avantreno solido e ben piantato, con linee che si fanno sempre più "svelte" in direzione del retrotreno, caratterizzato da una sezione della coda più corta e sportiva. Bello anche il nuovo silenziatore, in stile motociclistico, con 2 elementi sovrapposti.
Un risultato che ci ha convinti soprattutto per il bel mix tra sportività ed eleganza, perfettamente rappresentato (a nostro avviso) dalla colorazione dell'esemplare in prova, con i due "mood" ben richiamati dal passionale arancio e dal raffinato tono di grigio.

Le novità a bordo

Come per la versione GT (qui la nostra prova) cuore pulsante del nuovo Sport si conferma il bicilindrico in linea da 647 cc, capace di erogare una potenza di 60 CV a 7.500 giri/min e una coppia di 63 Nm a 6.000 giri/min. La soglia massima raggiungibile dal motore è di 8.500 giri/min, mentre è da segnalare la possibilità di acquistare una variante depotenziata a 35 kW (48 CV), adatta ai possessori di patente A2.
A cambiare in maniera importante è invece la taratura del cambio CVT (sigla che sta per Continuously Variable Transmission, ovvero, a trasmissione di potenza continua), con l'intenzione di ovviare ad una certa carenza di "fluidità" che affliggeva il precedente modello. Allo scopo, contribuiscono anche le nuove guarnizioni della frizione, unite alla variazione della spaziatura dei rapporti e alla regolazione di precisione delle masse centrifughe, al fine di ottenere un comportamento di avviamento più dinamico grazie ad una presa ottimizzata della frizione.
Come accennato poco più sù, si rinnova completamente l'impianto di scarico che - a doppia uscita sovrapposta - contribuisce, da un lato, a caratterizzare maggiormente il look sportivo del maxi-scooter di monaco, dall'altro a proporre un sound più robusto e coinvolgente, pur nel rispetto della nuova norma sui rumori ECE R41-04. E a proposito di normative, il mapping motore definito ex novo consente ora di rispettare la classe antinquinamento Euro 4.

A tutto TEST

Infiliamo la chiave nel blocchetto di accensione (in barba alle ultime tendenze, niente smart key da tenere in tasca per il C 650 Sport), un colpo al comando dello start e siamo pronti a partire. La seduta è abbastanza comoda ed accogliente, con la posizione di guida appena protesa verso l'anteriore. Interessante notare come la forma stessa della sella, con la superficie lievemente pendente in avanti, spinga ad assumere in maniera naturale una postura sportiva (con le ginocchia più piegate e il busto leggermente proteso verso l'avantreno) non appena si arretrano i piedi sulla pedana. Movimento spontaneo, questo, tutte le volte che ci si trova ad aggredire un qualunque percorso con piglio vivace, sia esso "tuttecurve", o tra una rotonda e l'altra negli spostamenti in città.
Pochi metri, e si fa subito apprezzare il lavoro dei tecnici tedeschi nel risolvere il problema dello stacco della frizione, che affliggeva in parte la precedente versione. Grazie agli ultimi interventi, la risposta del comando del gas è ora davvero "a presa diretta", contribuendo ad enfatizzare l'eccellente carattere del propulsore, che propone un'erogazione senza spigoli, sempre molto corposa e ben distribuita su tutto l'arco di erogazione.

A tutta birra!

Tra le doti migliori del nuovo BMW C 650 Sport c'è sicuramente la resa sul veloce. Lo capiamo affrontando con verve aggressiva un bel percorso tra strade a scorrimento veloce, lunghi curvoni d'immissione e sopraelevate. In questo contesto, la ciclistica si rivela davvero rocciosa, nessun ondeggiamento o sbavatura. Il maxi-scooter tedesco procede sempre ben piantato al suolo, granitico e rassicurante, invitando continuamente ad osare, segno di un livello critico di perdita del controllo del mezzo molto elevato e ben al di sopra dei ritmi, che si possono tenere normalmente su strade aperte. Il merito va all'ottimo telaio in acciaio (che sfrutta il motore come elemento portante) e alla nuova taratura delle sospensioni, che mixano al meglio esigenze di comfort e adeguato sostegno quando si fa sul serio.
Convincente la ripresa, anche a velocità non elevate (attorno ai 50-60 Km/h), che disbriga le pratiche "sorpassi" in un batter d'occhio. Qualche dubbio, sempre sui percorsi più veloci, viene invece dalla protezione aerodinamica offerta dal cupolino. A ridosso dei limiti autostradali, anche alzando il plexiglass al massimo (tra l'altro, molto semplice da regolare - manualmente - su 3 livelli), la situazione migliora, sì, ma rimane sempre qualche turbolenza di troppo sulle spalle, che alla lunga risulta fastidiosa.

A tutta piega!

Come sul veloce, anche sui percorsi più tortuosi il C 650 Sport non delude. Ovviamente, non è il caso di tirare in ballo inappropriate similitudini con le moto ma - occorre anche essere sinceri - la resa dinamica del mezzo è in grado davvero di divertire. Agile, sincero, svelto nei cambi di direzione e rigoroso, con un feeling all'avantreno invidiabile. Al resto pensa il bel motorone, sempre sostanzioso e deciso nella risposta, mentre un'ottima luce a terra garantisce angoli di piega di tutto rispetto (anche forzando molto, solo raramente si avverte qualche grattatina proveniente da cavalletto che struscia l'asfalto).
Tutte doti, queste, che il C 650 Sport spende bene anche in città, dove - grazie a forme più slim, rispetto al fratello in versione GT, che diversamente punta ad amplificare il comfort di marcia - lo slalom tra le auto viene affrontato con piglio assai più disinvolto.
Da segnalare, infine, un comportamento dell'ABS efficace (come efficace è la resa generale di tutto l'impianto frenante) ma un po' troppo invasivo, soprattutto quando si pinza con decisione sulla leva sinistra. Comportamento, in parte, riscontrato anche sull'ASC (il controllo di stabilità, di serie sulla versione 2016), che talvolta smorza un po' troppo bruscamente l'erogazione, quando i sensori rivelano una perdita di aderenza, sebbene la cosa non vada a influire in maniera negativa sulla guida. Un plauso, invece, va alla strumentazione, ricca di informazioni, molto chiara e facilmente leggibile con un semplice colpo d'occhio. Menzione d'onore, poi, al cavalletto laterale, dotato di freno di stazionamento che si inserisce in automatico quando viene abbassato. Un accorgimento utilissimo, che mette al riparo da brutte sorprese in caso di parcheggio in pendenza; un piccolo particolare, in grado di fare una grande differenza, nella vita di tutti i giorni in città (e fuori).

Una dura lotta...

Quella che si preannuncia per la leadership 2016 nel segmento maxi-scooter sportivi. Il nuovo BMW C 650 Sport ha frecce al suo arco molto convincenti in termini, non solo di performance pure, ma anche di fascino estetico, praticità d'uso e qualità percepita. Basta salire in sella per verificare subito l'elevato livello delle finiture e l'attenzione costruttiva, che punta ad un pubblico esigente e attento ai particolari. Un pubblico che cerca un mezzo di fascia alta e che è quindi disposto a spendere: 11.450 euro chiavi in mano (comprensivi di costi di preconsegna, immatricolazione e 1° tagliando), il prezzo del nuovo C 650 Sport, cui occorre aggiungere altri 100 euro per la colorazione Valencia Orange metallizzato opaco, che potete vedere in foto, e che affianca in listino il Black Storm metallizzato e il Light White, queste ultime proposte senza sovrapprezzo. La versione 2016 del maxi-scooter bavarese sarà disponibile a partire dal prossimo 5 dicembre in tutte le concessionarie del marchio.

Autore: Diego D'Andrea

Tag: Test , scooter , test , prove


Top