Novità

pubblicato il 28 ottobre 2015

Triumph Bonneville Street Twin, T120 e Thruxton 2016

Cinque versioni rinnovano un'icona dallo stile retrò... ma all'avanguardia per divertire in sicurezza, grazie all'elettronica e al doppio freno a disco!

Triumph Bonneville Street Twin, T120 e Thruxton 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 1
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 2
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 3
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 4
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 5
  • Triumph Bonneville Street Twin 2016 - anteprima 6

Cambiare rimanendo fedeli a se stessi, non è mai facile. Ed è ancora più complicato se a dover evolversi è un’icona come la Triumph Bonneville. Con sé infatti porta un mondo fatto di stile, carattere, design e storia. Un mondo che non può essere sacrificato alla frenesia del rinnovamento. Una missione quasi impossibile o comunque una grande responsabilità, che ha impegnato i progettisti Triumph per quattro anni, ma che ha portato ad un eccellente risultato. Questo è un progetto in itinere, che si svilupperà nei prossimi anni per arrivare ad allargare la famiglia delle Bonneville con nuovi modelli inediti.
Cinque sono i nuovi modelli della Triumph Bonneville, totalmente reinventata in chiave moderna, ma con lo stesso carattere e fascino che l’hanno resa intramontabile. Le nuove arrivate si chiamano Street Twin, che sarà sul mercato da febbraio, Bonneville T120, T120 Black, Thruxton e Thruxton R.

Un ricco passato

La storia della Bonnie parte da lontano. La prima, la Bonneville T120 fu infatti presentata all’Earls Court Bike Show nel 1958. “Le migliori prestazioni possibili in una moto di serie”, recitava lo slogan che accompagnò il suo lancio. Fu subito un successo, sia di vendita che in pista, e venne scelta come base di sviluppo per Scrambler, Flat Tracker e production racer carenate, registrando un gran numero di vittorie negli anni ’60 e ’70. Ma il suo fascino andò oltre ai risultati nelle competizioni, si impose subito come moto simbolo di un’epoca, e molti divi di allora la scelgono Steve McQueen, James Dean, Bob Dylan e Clint Eastwood. 
Ancora oggi, in un momento in cui le modern classic sono molto di moda, la Bonneville continua ad avere quel fascino british che la rende un po’ speciale. E il mercato lo conferma, tanto che Triumph si piazza al secondo posto in Europa tra i brand motociclistici e ha visto una crescita record negli ultimi due anni, del 12%. Bella, con un fascino legato alla storia, accessibile e facile da customizzare; sembrano essere questi i suoi punti di forza. Da qui si è partiti per immaginarne il futuro. Un futuro più moderno, veloce e sicuro, senza perdere di vista gli elementi iconici che ne fanno quel che è. con una grande attenzione alla qualità dei dettagli. E infine la possibilità di renderla unica customizzandola.

Street Twin

La Street Twin, la entry level del gruppo, è anche la più moderna e accessibile. Promette di essere facile grazie alla sella ribassata, e maneggevole, con una posizione di guida intuitiva e un’ottima ergonomia. Con le sue linee pulite e minimaliste è un ottimo punto di partenza per la customizzazione. Nuovi il telaio e le sospensioni che hanno ora una corsa superiore rispetto al passato. Il motore è il nuovo bicilindrico parallelo “high-torque” a 8 valvole da 900 cc. raffreddato a liquido. Sprigiona il 18% in più di coppia della generazione precedente, ben 80 Nm ad appena 3.200 giri/min con un’erogazione disponibile sin dai bassi regimi. Il radiatore, ben integrato, non disturba e consente un risparmio di carburante del 36% rispetto alla generazione precedente. Moderne sono senza dubbio anche le dotazioni di sicurezza, dall’ABS, Traction control (disinseribile), Frizione antisaltellamento e Ride-by-wire.
E visto che l'occhio vuole sempre la sua parte, in particolare su Bonneville, grande anche l’attenzione ai dettagli; dall’aspetto del motore, con i carter neri, alla scelta dello scarico in acciaio spazzolato con silenziatori a megafono, alla sella con imbottitura più spessa, alla presa USB sul cannotto di sterzo, l’immobilizer con trasponder integrato nella chiave fino alla strumentazione elegante e completa. Cinque sono le colorazioni disponibili, Cranberry Red, e Alluminium Silver, entrambe con strisce su serbatoio e cerchi, Matt Black, Jet Black e Phantom Black. 
E se il vero divertimento consiste nel personalizzarla, qui c’è solo l’imbarazzo della scelta. Sono 150 infatti gli accessori dedicati e tre i kit già pronti per realizzare la propria Street Twin custom (descritti nel dettaglio in fondo al pezzo.): “Scrambler” minimalista, il “Brat Tracker” e il più sportiveggiante kit “Urban”.

Bonneville T120 e la Bonneville T120 Black

La Bonneville T120 e la Bonneville T120 Black dalla prestigiosa antenata non ereditano solo il nome, ma anche carattere e fascino. Più elegante e bon ton la prima e cattiva la seconda, merito anche al look all black, condividono il medesimo inedito motore “high torque” a 8 valvole da 1.200 cc (anche questo raffreddato a liquido), con doppi corpi farfallati che richiama lo stile delle origini. La coppia massima di 105 Nm a soli 3.100 giri/min, cresce rispetto alla T100 di oltre il 54%. Le dotazioni sono modernissime, per garantire elevati standard di sicurezza e un migliorato piacere di guida: ABS, Ride-by-wire e due modalità di guida, Rain e Road , Traction control disinseribile, frizione antisaltellamento, fanalino posteriore e luci anteriori a LED e manopole riscaldate. Ma nonostante le caratteristiche contemporanee, il DNA resta quello originale. Forti i richiami al passato, dai coprimotore in alluminio spazzolato con dettagli in bronzo sulla T120 e neri con dettagli in alluminio spazzolato sulla Black, gli scarichi a cerbottana, le linee del serbatoio e la doppia strumentazione. La posizione in sella dichiarano essere più comoda rispetto alla precedente, col comfort di guida (sempre secondo Triumph) garantito dal nuovo telaio e dalle nuove sospensioni, oltre che da piccole attenzioni come il maniglione passeggero o le manopole riscaldate per il pilota.
Quattro sono le colorazioni, tutte di ispirazione classica, della T120: Cranberry Red e Aluminium Silver, Jet Black e Pure White, Jet Black e Cinder Red. Due invece quelle della T120 Black: Jet Black e Matt Graphite. 
Anche per questi due modelli è prevista una vasta gamma di accessori (160 che spaziano dalle selle ai silenziatori Vance & Hines) e un Kit Prestige (vedi sotto).

Thruxton e Thruxton R

Sportive, grintose e autentiche sono e nuove Thruxton e Thruxton R che con coerenza ripropongono in chiave contemporanea un passato di eccellenza agonistica. Come quelle che l’hanno preceduta infatti, la nuova Thruxton si contraddistingue per la potenza del nuovo motore “Thruxton spec” da 1.200 cc con una coppia massima di 112 Nm a 4.950 giri/min, il 62% in più della generazione precedente. Il nuovo gruppo propulsore a sei rapporti con inerzia ridotta e prestazioni elevate, presenta un albero motore più leggero, una compressione superiore e un’airbox esclusiva. Nuovi anche telaio e sospensioni che garantiscono una grande maneggevolezza. La posizione di guida è chiaramente sportiva, sdraiata sul serbatoio, il manubrio clip-on, le sospensioni interamente regolabili e la ruota anteriore da 17". Stile, potenza quindi, ma anche prestazioni al top per queste due moderne Café Racers. La Thruxton R poi ha una dotazione di livello persino superiore che comprende; doppi dischi flottanti Brembo, pinze monoblocco racing Brembo, pompa del freno Brembo, forcelle Showa “big piston” regolabili di derivazione racing, doppi ammortizzatori posteriori Öhlins regolabili e pneumatici Pirelli Diablo Rosso Corsa. La completano alcuni dettagli stilistici di pregio come il coprisella aggiuntivo verniciato, la piastra della forcella lucidata, una striscia sul serbatoio e un forcellone oscillante in alluminio anodizzato trasparente. Il continuo richiamo passato è garantito dai piccoli dettagli come il tappo "flip-top" Monza, la sella a proiettile, gli specchietti montati all’estremità del manubrio in alluminio leggero, i contorni dei cerchi e forcellone oscillante. Ovviamente la tecnologia di cui dispongono queste moto è all’altezza delle loro prestazioni, per assicurare divertimento in totale sicurezza. ABS quindi, ride-by-wire, traction control, frizione antisaltellamento e tre modalita di guida, Road, Rain e Sport.
Come gli altri tre modelli ha la presa USB sul cannotto dello sterzo, la doppia strumentazione elegante e completa, l’immobilizer, i gruppi ottici anteriori DRL a LED come il fanalino posteriore e un blocchetto comandi intuitivo.
Tre sono le colorazioni disponibili per la Thruxton: Jet Black, Pure White, con una striscia nera sul serbatoio e Competition Green, con una striscia oro metallizzato sul serbatoio. La Thruxton R è invece prodotta in due colori: Diablo Red e Silver Ice.
Anche per loro il catalogo accessori prevede 160 parti speciali e tre kit di customizzazione “Track Racer”, il kit “Café Racer” e il fantastico kit “Thruxton R Performance Race”, appositamente sviluppato per le competizioni in circuiti chiusi.
E come ogni icona che si rispetti il suo mondo si espande oltre il mezzo di per se. Vasta è la gamma di accessori e abbigliamento, sviluppata in collaborazione con Barbour, per rappresentare al meglio lo stile Triumph anche una volta scesi dalla motocicletta.

Un mare di KIT

Personalizzazione? Sì grazie! Tantissime le possibilità di rendere ancora più performante le nuove Bonneville 2016, ed ecco di seguito le specifiche sui KIT disponibili, suddivisi per modello.

Street Twin

Kit Scrambler: sistema di scarico alto Vance & Hines con finitura spazzolata (solo per uso in fuoristrada), Kit di rimozione del parafango posteriore con fanalino posteriore compatto, sella special marrone a coste, manopole marroni a botticella, indicatori di direzione a LED compatti e paracoppa in alluminio spazzolato.
Kit Brat Tracker: silenziatori slip-on Vance & Hines con finitura spazzolata, kit di rimozione del parafango posteriore con fanalino posteriore compatto, sella special nera a coste, indicatori di direzione a LED compatti, manopole nere a botticella e paracoppa con finitura spazzolata
Kit Urban: manubrio Ace, silenziatori slip-on Vance & Hines con finitura spazzolata, indicatori di direzione a LED compatti, parabrezza corto fumé e borsa laterale singola in cuoio e cotone cerato

Bonneville T120, T120 Black

Kit Prestige: stemma “4 Bar” cromato per il serbatoio, sella nera a coste con cuciture, indicatori di direzione a LED neri a proiettile con lenti trasparenti, silenziatori slip-on a cerbottana cromati Vance & Hines, manopole nere a botticella, aracatena cromato, coperchi per frizione e alternatore e decorazione per corpo farfallato

Thruxton e Thruxton R

Kit Track Racer: carenatura del cupolino scolpita, coprisella singolo verniciato (solo per la Thruxton; già di serie sulla Thruxton R), manubrio clip-on ribassato, kit di rimozione del parafango posteriore con fanalino compatto, silenziatori slip-on Vance & Hines e striscia di cuoio per serbatoio.
Kit Café Racer: kit di rimozione del parafango posteriore con fanalino compatto, scarichi Vance & Hines, coprisella singolo verniciato (solo per la Thruxton; già di serie sulla Thruxton R), caratteristiche protezioni serbatoio Triumph in gomma e striscia di cuoio per serbatoio.
Kit Thruxton R Performance Race: Verrà presentato un esclusivo kit racing Triumph dedicato alla Thruxton R e appositamente progettato e sviluppato per le competizioni in circuiti chiusi.Con questo kit,per migliorare ulteriormente le prestazioni del motore aumentando potenza e coppia e per un complessivo alleggerimento del mezzo.

 

 

 

 

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 1
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 2
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 3
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 4
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 5
  • Triumph Bonneville T120 e T120 Black 2016 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 1
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 2
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 3
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 4
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 5
  • Triumph Thruxton e Thruxton R 2016 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 1
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 2
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 3
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 4
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 5
  • Triumph Bonneville 2016 - Abbigliamento ufficiale - anteprima 6

Autore: Monica Martini

Tag: Novità , tricilindriche , special


Top