Special e Elaborazioni

pubblicato il 28 ottobre 2015

Yamaha XSR700 SUPER 7 by JvB-moto

Il preparatore tedesco rinnova la collaborazione con la Casa dei Tre Diapason e propone una intrigante versione della Sport Heritage XSR700

Yamaha XSR700 SUPER 7 by JvB-moto
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha XSR700 \
  • Yamaha XSR700 \
  • Yamaha XSR700 \
  • Yamaha XSR700 \
  • Yamaha XSR700 \
  • Yamaha XSR700 \

La prima Yamaha a ricevere le cure del preparatore JvB-moto, all'interno del programma Yard Built, è stata la muscolosa Vmax da cui prese vita la cattivisima Infrared. Questa volta, invece, le attenzioni del bike builder tedesco si sono riversate sulla capostipite della famiglia Faster Sons, la XSR700, dando vita alla "Super 7", special dal look minimal ed essenziale.

Special... quasi di serie

Per i futuri possessori della Yamaha XSR700, grazie ad un accordo tra la Casa giapponese e JvB-moto, molte delle componenti montate sulla "Super 7" - come faro anteriore, indicatori a LED e supporto per il tachimetro Daytona, realizzati direttamente dal preparatore - saranno disponibili in catalogo come accessori originali.
Anche le protezioni laterali e la sella sono state prodotte da JvB-moto, così come il supporto dello scarico Arrows, i due parafanghi, le luci di posizione e il fissaggio della targa. La "Super 7" monta pneumatici Pirelli Dragon Supercorsa, mentre una coppia di ammortizzatori Öhlins e una forcella modificata completano e implementano il comparto sospensioni. Non mancano anche il serbatoio del freno posteriore e il regolatore lucidato personalizzato. La pedane e i relativi supporti sono stati personalizzati, come anche gli indicatori a LED creati sempre da JvB-moto, che valorizzano l’anteriore della moto. Per dare un tocco finale ai “fianchi” del mezzo, le protezioni del motore e altre piccole componenti hanno ricevuto, infine, una finitura sabbiata.

La parola a JvB-moto

"Il nostro primo progetto VMAX Infrared è stato un enorme successo, superando tutte le aspettative" ha aggiunto Jens vom Brauck di JvB-moto. "Questa Special è ovviamente molto diversa: ho riportato il modello alla sua originale essenza e ne ho mostrato l'anima, ossia il suo straordinario telaio. Ho quindi voluto trasformarne l'aspetto in modo da far vedere quanto fosse agile, leggera e potente. Una delle cose che mi piace di questa moto è la possibilità di rimuoverne la culla posteriore in modo da avere una coda più corta e darle un aspetto diverso; bastano infatti solo un paio di viti per modificare la sella. A breve fabbricheremo tutte le parti in modo che chiunque possa personalizzare la propria XSR700 in una Super 7".

La parola a Yamaha

"Non vediamo l'ora di scoprire come la nuova XSR700 entrerà nel mondo delle due ruote" ha dichiarato Shun Miyazawa di Yamaha Motor Europe. "Sei anni di collaborazioni con i migliori customizzatori ci hanno permesso di arrivare dove siamo oggi. Un aspetto di fondamentale importanza nel processo di progettazione della XSR700 è stato quello di creare un mezzo che non appartenesse ad un singolo stile, come scrambler, Flat Tracker o Café Racer, ma che fosse aperto a diverse ed inedite possibilità di personalizzazione. Abbiamo coltivato la nostra filosofia costruttiva per i modelli che chiamiamo "Faster Sons", riferendoci all'idea che le prestazioni di guida del passato possono essere arricchite da quelle contemporanee. Jens di JvB-moto è stato uno dei maggiori sostenitori di questa nuova idea e per noi è stato naturale offrirgli l'opportunità di presentare una nuova collaborazione".

Autore: Diego D'Andrea

Tag: Special e Elaborazioni , bicilindriche , special


Top