Interviste

pubblicato il 22 ottobre 2015

Abbiamo incontrato Luca Raggi, organizzatore del trofeo Bridgestone Champions Challenge

Tempo di bilanci, per uno dei trofei più apprezzati. Luca Raggi ci spiega gli ingredienti di una formula di successo e ci anticipa che...

Abbiamo incontrato Luca Raggi, organizzatore del trofeo Bridgestone Champions Challenge
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 1
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 2
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 3
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 4
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 5
  • Bridgestone Champions Challenge - anteprima 6

Si è da poco concluso il Bridgestone Champions Challenge 2015, campionato monogomma molto amato dagli appassionati che, anche in questa stagione 2015, ha dato l'occasione a piloti di ogni estrazione - dagli amatori ai professionisti - di sfidarsi tra i cordoli di alcuni dei circuiti più belli d'Italia. Ma qual è il motivo di tanta partecipazione? E quali le novità per la prossima stagione? Ne abbiamo parlato, in un'interessante intervista, con il vulcanico Luca Raggi, promotore e organizzatore del Bridgestone Champions Challenge...

Un appuntamento che si rinnova, oramai, ogni anno dal 2009: quali sono gli ingredienti di una formula di successo?

Sembra ieri la prima gara della prima stagione del Bridgestone Champions Challenge. La ricordo sempre con grande emozione perché fu l'inizio di un viaggio e di un sogno. Quello di portare in pista in un campionato vero, insieme a chi già era un pilota, anche gli appassionati del motociclismo su pista, i frequentatori delle prove libere e dei pareggiamenti. Devo riconoscere che fummo letteralmente travolti dall'entusiasmo degli iscritti. Nonostante fossimo alla prima esperienza, fu percepita la nostra passione genuina per lo sport e per le corse, in particolar modo. Se dovessi scegliere un ingrediente tra tanti, punterei proprio sulla passione che, da sempre, ci accompagna e che ci rende orgogliosi del lavoro che stiamo portando avanti, anno dopo anno. La soddisfazione dei nostri iscritti, i risultati sportivi e la crescita di tanti piloti che, dopo il Bridgestone Champions Challenge, sono approdati con ottimi risultati a competizioni nazionali o internazionali di prestigio sono il nostro biglietto da visita e l'energia che ci sprona a cercare di dare sempre il massimo per crescere e migliorarci.

La stagione 2015 si è da poco conclusa. Volendo tracciare un bilancio?

Sicuramente positivo. Dal punto di vista sportivo, i risultati sono notevoli sia nella classe 600 che nella 1000, la nostra classe regina. il cronometro è sempre stato il nostro giudice assoluto e le performance su tutti i tracciati sono state sorprendenti e degne di nota, sia con condizioni di pista asciutta che sul bagnato dove non abbiamo rivali. Certo, non possiamo negare che stiamo attraversando un periodo storico/economico di grande difficoltà e contrattura ma, nonostante le difficoltà del momento, in tanti ci hanno scelto dando fiducia alla nostra formula semplice e chiara: alto livello organizzativo in pista ma costi assolutamente più' bassi rispetto al panorama velocità nazionale.

È già tempo di pensare al prossimo anno... quali le novità per il 2016?

Saremo al via con tante novità per la nuova stagione, che sveleremo all'EICMA di Milano; ma vi possiamo anticipare che ci sarà ancora più spazio dedicato ai Rookies, ai giovanissimi e a tutti i piloti che affrontano la loro prima stagione di corse, alle ragazze, e ai gentlemen's riders. Ma non mancheranno le attenzioni speciali per i piloti e i Team che puntano in alto, per chi vuole crescere; e come sempre, spazio alle categorie Under e Over. Sarà anche presa in considerazione la possibilità di fare due partenze nella classe 1000, che vede sempre un maggior numero di piloti, se i numeri lo permetteranno. Il Trofeo Bridgestone, poi, sarà ancora più social con una piattaforma dedicata, stiamo studiando la possibilità di poter offrire tanti contenuti in diretta streaming, saremo supportati dai più importanti media partners e offriremo ai nostri iscritti una stagione da veri protagonisti, ricchi montepremi ed eventi esclusivi in pista ed alle principali manifestazioni del settore.

Da alcuni anni, in Italia, il settore delle moto sportive appare in affanno, almeno sul fronte delle vendite. Dal tuo punto di osservazione privilegiata, che segnali vedi all'orizzonte? Torna a salire la voglia di cordoli?

Riallacciandomi a quanto ho già espresso nella precedente risposta, vedo comunque forti e chiari segnali di ripresa. La voglia di cordoli è sempre altissima. È pur vero che per un appassionato, una giornata di prove libere in circuito comporta un importante impegno economico, da non sottovalutare.
È indubbio anche che l'appeal delle competizioni è sempre altissimo e, sul mercato, che si tratti di nuovi modelli, di usato o di special, la moto supersportiva ha ancora un ruolo da protagonista e un fascino senza eguali. Per venire incontro a chi si affaccia a questo mondo per la prima volta e non vuole impegnarsi economicamente "al buio", al Bridgestone Champions Challenge offriamo da anni pacchetti "all inclusive" che comprendono, ad un prezzo stabilito e certo, tutto quanto è necessario per affrontare un week-end, per una singola gara, o per tutto il campionato con una spesa veramente bassa... addirittura inferiore a quella che sarebbe necessaria per una singola giornata di prove libere in un circuito nazionale.
Seguire la passione, o provare per la prima volta l'emozione di essere un pilota, non è mai stato così facile e, soprattutto, economico. Una vera offerta low cost.

Tornando al Bridgestone Champions Challenge, proseguirà, anche per il 2016, la bella esperienza con la Onlus DI DI (diversamente disabili) di Emiliano Malagoli?

Assolutamente. Emiliano e tutti i piloti DIDI, Diversamente Disabili, sono dei nostri grandissimi amici e siamo fieri di collaborare attivamente per la riuscita delle loro iniziative. Abbiamo da subito creduto nel progetto e siamo fieri di averli tra i nostri iscritti in pianta stabile. Vederli confrontarsi e duellare senza alcun timore reverenziale è qualcosa che ci riempie il cuore... e tanta è l'ammirazione che proviamo nei loro confronti, soprattutto visto che non mancano mai di insegnarci, praticando il nostro amatissimo sport, come non esistano limiti o barriere insormontabili ma solo nuovi traguardi da raggiungere.

Un consiglio per chi volesse provare l'emozione di partecipare al Trofeo Bridgestone?

Non indugiate, preparate tuta casco e stivali, prenotate il vostro posto in griglia. È il momento di scatenare la passione. Chiamateci, scriveteci o veniteci a conoscere all'EICMA di Milano, a conoscere i nostri piloti. Tempestateci di domande e richieste di informazioni. Siamo pronti a raccontarvi il nostro campionato, le emozioni di una gara vera, sui circuiti più' belli, adrenalinici, in un contesto unico, tra avversari scatenati in pista ma tra grandi amici nel paddock. Vivere da protagonisti la passione per le corse è possibile, il Bridgestone Champions Challenge vi aspetta. Ci piace dire: Bridgestone Champions Challenge... race different! Venite a scoprirlo. Vi aspettiamo...

Autore: Redazione

Tag: Interviste , pista , monomarca , interviste


Top