Special e Elaborazioni

pubblicato il 13 ottobre 2015

Suzuki XR69 Replica Xperimental Racer

Da una vecchia Bandit a Carburatori, un inglese tira fuori la replica di una vecchia gloria

Suzuki XR69 Replica Xperimental Racer
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 1
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 2
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 3
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 4
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 5
  • Special Suzuki XR69 Replica - anteprima 6

La Suzuki XR69 è una moto che ha segnato un'epoca. Era una delle più forti moto da gara a cavallo fra i '70 e gli '80, quando ha dominato le competizioni riservate alle 4 tempi. Attualmente è ancora una delle migliori scelte per le gare classiche e Rob Bean, ingegnere aeronautico inglese, le ha voluto dedicare un tributo in salsa moderna.

Prima era una Bandit

Vi sembrerà strano, ma la Suzuki Bandit è la moto migliore per questo tipo di trasformazione, il suo motore a 4 cilindri in linea di nuova concezione ha un look tipicamente anni '80 e ben si sposa con il telaio che - in effetti - è realizzato sulle specifiche di una vera XR69. La "Xperimental Racer" ha richiesto tante ore di lavoro e una passione immensa. Non ci sono grandi tuner coinvolti, è tutta fatta nel garage del 32enne che ha convertito la sua Bandit 1200 a carburatori con meno di 30.000 km in una replica non perfetta ma molto fedele.
Far combaciare telaio e motore non è stato facile ma lavorando di fino è riuscito a far combaciare tutto il necessario. Il suo budget era ristretto e con le 900 sterline spese per il telaio se n'è andato quasi 1/5 delle sue 5.000 sterline messe a disposizione per il lavoro. Il telaio è stato leggermente modificato per accogliere la centralina, la batteria e i fusibili, mentre all'anteriore è stata montata una forcella GSX-R 600 SRAD, dal look non troppo moderno. 

Ci vuole passione e olio di gomito

Il forcellone è stato trovato grazie a un amico e lavorato per renderlo simile a quello originale della XR69. Il kit di carene è fortemente ispirato alla vecchia racer, ma il serbatoio è quello di un vecchio GSX-R 750 a carburatori, la carena anteriore è monoscocca e il posteriore riprende fedelmente le linee squadrate. La verniciatura è stata fatta in casa, ma il risultato è quasi perfetto e riprende i colori della moto con specifiche CRMC Superbike dei primi anni '80. Il parafango anteriore è di un'Honda VFR 400. Curiosità: il faro anterire arriva dal mondo dell'auto.
Bella è bella, per chi ama le moto in stile 80's, ma la cosa più spettacolare è senza dubbio la passione che c'è dietro questo progetto: a 32 anni, questo ragazzo ha stravolto una Bandit del '98 dedicando tantissimo tempo e un bel po' di risparmi per trasformarla in una moto che risale a prima della sua nascita... se non è passsione questa!

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special , curiosità


Top