Novità

pubblicato il 7 ottobre 2015

Yamaha YZF-R1S 2016

Una versione più economica, priva di magnesio e titanio ma che mantiene invariate le caratteristiche dinamiche

Yamaha YZF-R1S 2016
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 1
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 2
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 3
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 4
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 5
  • Yamaha R1S 2016 - anteprima 6

La nuova Yamaha YZF-R1, nella sua nicchia di mercato, è il successo del 2015 e lo confermano la rinnovata produzione della più esclusiva versione R1M e la presentazione della 60th Anniversary Limited Edition, preziosa e bellissima. Per chiudere il cerchio, però, la casa di Iwata ha deciso di scendere anche un gradino di più in basso presentando la R1S, ovvero una versione più economica, con qualche chicca tecnologica in meno ma sempre al top come prestazioni e dinamica di guida.

Meno titanio e magnesio, ma elettronica invariata

Entriamo pure nel dettaglio: rispetto alla R1 standard, la "S" ha dettagli estetici e tecnici diversi, a partire dai cerchi che non sono più in magnesio ma in alluminio a 5 razze, un elemento che renderanno distinguibile questa versione alla prima occhiata.
Dentro il motore non ci sono più le bielle in titanio ma sono in semplice acciaio. Anche le molle delle valvole sono state sostituite e le cover del motore sono ora in alluminio al posto del magnesio. Cambiano anche dettagli dello scarico, dove l'acciaio sostituisce il titanio. In sostanza, questa R1S ha materiali un po' meno pregiati che fanno scendere nettamente il prezzo e salire leggermente il peso, ma è bello sapere che la raffinatissima elettronica e il rigoroso telaio non cambiano di una virgola. Anche le curve di potenza e coppia cambiano un pochino con le nuove bielle e molle valvole: si perdono un po' di giri in allungo ma per quasi tutto l'arco di erogazione i cavalli e i Newton-metri rimangono invariati.

Ok, il prezzo è giusto

Ultime, ma non ultime, le nuove colorazioni che rendono la moto ben distinguibile dalle sorelle più pregiate, con un nuovo abbinamento nero/bianco/rosso (che non ci entusiasma) e una bellissima combinazione di nero e grigio opaco. Il prezzo è anch'esso fondamentale, tutte le "semplificazioni" di questa versione sono state eseguite principalmente per rendere la R1 più accessibile: nel Regno Unito il prezzo finale della R1S è di 14.990 sterline, mentre quello della R1 stantard è di 16.490, un risparmio deciso che presto scopriremo anche nella conversione in euro. 

Autore: Redazione

Tag: Novità , superbike , anticipazioni


Top