Attualità e Mercato

pubblicato il 20 settembre 2015

La lenta ricostruzione dei ponti in Sicilia

Dopo crolli e frane, si riparte a progettare e ora tocca al ponte sul fiume Verdura

La lenta ricostruzione dei ponti in Sicilia

S’è trattato di un’estate bollente per la Sicilia, spaccata in due per via dei numerosi crolli di ponti e viadotti, e dei cedimenti strutturali dei mesi precedenti. Dopo il via alla ricostruzione del ponte Himera, ecco quello per il ponte sul fiume Verdura, al km 136,000 della strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula”, nel territorio comunale di Ribera, in provincia di Agrigento, per un investimento complessivo di circa 6,5 milioni di euro.

Cos’era successo

A seguito del cedimento di una pila verificatasi a febbraio 2013, il tratto è stato interrotto alla circolazione per breve tempo ed è stato successivamente ripristinato grazie ad un’opera provvisionale ancora oggi in esercizio. Nell’ultimo anno si è proceduto rapidamente alla progettazione e alla raccolta dei pareri previsti per garantire i lavori di ricostruzione del ponte.

Struttura mista

Il territorio comunale di Ribera è quello maggiormente interessato dai nuovi lavori, per i collegamenti stradali da e verso il centro cittadino. Il nuovo ponte Verdura fa parte di un intervento più complesso relativo alla realizzazione di una variante locale alla strada statale 115 di 985 metri, compresa tra l’intersezione con la provinciale 36 e l'innesto con la statale 386 di Ribera dove verrà realizzata una nuova rotatoria. Il nuovo ponte sarà un’opera realizzata con struttura mista acciaio-calcestruzzo, con un impalcato a travata continua che si svilupperà su quattro campate, per uno sviluppo complessivo pari a 230 metri. L’impalcato sarà costituito da una soletta larga 11 metri, con una sede stradale tipica delle strade extraurbane secondarie, con due corsie da 3,5 metri affiancate da banchine di 1,25 metri. In origine, il ponte era costituito da una struttura in muratura a 5 arcate con fondazioni dirette e da una struttura in calcestruzzo di allargamento realizzata circa 50 anni fa.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , trasporti , grandi opere


Top