Attualità e Mercato

pubblicato il 2 settembre 2015

Abruzzo: Statale “Tiburtina Valeria” in sicurezza

L’Anas ha completato la realizzazione delle opere di protezione dalla caduta massi

Abruzzo: Statale “Tiburtina Valeria” in sicurezza

Dopo i vari cedimenti strutturali e i viadotti crollati in un 2015 altamente drammatico per l’Italia, è necessario anche leggere buone notizie in fatto di strade. Eccone una: l’Anas ha completato la realizzazione delle opere di consolidamento delle pendici rocciose e di protezione della carreggiata sulla strada statale 5 “Tiburtina Valeria”, in un tratto di due chilometri all’interno del Parco Regionale Sirente Velino e della Riserva “Gole di S.Venanzio”, in provincia dell’Aquila.

Oltre 5,6 milioni di euro

L’intervento è stato abbastanza costoso, ma necessario: oltre 5,6 milioni di euro. Così, sono stati innalzati notevolmente gli standard di sicurezza della circolazione in un tratto caratterizzato da frequenti episodi di caduta massi che in passato hanno direttamente coinvolto la sede stradale. Veri guai per le auto, e ancor più per utenti deboli della strada quali i motociclisti. I lavori hanno riguardato la demolizione dei massi instabili o pericolanti, più la realizzazione di barriere a monte della carreggiata, per complessivi 500 metri. Inoltre, via ai paramassi lungo la carreggiata, in grado di garantire la protezione della strada in caso di crollo di materiali di grandi dimensioni o di crolli “a sciame”. Non ultimo, la realizzazione di due gallerie, una di 100 metri e l’altra di 30.

Ambiente protetto

L’Anas comunica di aver adottato una serie di accorgimenti mirati alla mitigazione dell’impatto sull’ambiente circostante: sono stati consultati tecnici specializzati con la qualifica di ornitologo, faunista e vivaista. Alla fine, le attività di costruzione sono state concentrate nei periodi dell’anno in cui le attività di riproduzione delle specie ornitologiche nidificanti sono concluse.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada


Top