Attualità e Mercato

pubblicato il 7 agosto 2015

RCA, così le telecamere controllano le moto

La tecnologia utile per scovare i furbetti

RCA, così le telecamere controllano le moto

Un occhio elettronico ti mette nel mirino, poi vengono incrociate le banche dati di assicurazioni e Motorizzazione, e il gioco è fatto: i furbetti delle moto (e auto) senza Rca vengono scovati. Ma come funziona il tutto? Ce lo siamo fatti spiegare da Antonio D’Agostino, agente della Polizia locale di Ciampino (Roma). Un Comando che da anni utilizza tecnologie sofisticate per combattere la piaga dei veicoli non assicurati o non revisionati, od oggetto di furto.

Ottica di alta qualità

Anzitutto, si sono fatti notevoli passi avanti nella implementazione di strumentazioni atte a effettuare i controlli, come Targa System e Street Control. Dispositivi che abbinano fotocamere con un'ottica di alta qualità a un software di lettura tramite OCR delle targhe: sono in grado di interrogare i database della Motorizzazione e restituire il dato relativo alla copertura assicurativa del veicolo, così come alla revisione o all'eventuale inserimento del mezzo tra quelli oggetti di furto o sequestro.

Due passi già fatti

Dopo questo primo importante passo, iniziato nel 2014, il 2015 è stato l'anno delle novità legislative, che dapprima hanno introdotto (dallo scorso mese di aprile) l'obbligo per le forze di polizia di effettuare il controllo della copertura assicurativa e delle revisioni anche consultando i database della Motorizzazione. A ottobre 2015, avverrà il secondo importante passaggio in tema di dematerializzazione, con la modifica dell'articolo 181 del Codice della strada. Che per gli automobilisti e motociclisti significherà questo: circoleranno senza il certificato assicurativo.

Il prossimo step

Il successivo passo della tecnologia applicata al lavoro delle forze di polizia, spiega la Polizia locale di Ciampino, è quello in corso di attuazione, che vede l'estensione dell'installazione dei software di controllo automatico della copertura assicurativa, revisione e furto anche alle videocamere fisse, quali autovelox, Tutor, postazioni di videosorveglianza.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , assicurazione


Top