Novità

pubblicato il 19 maggio 2007

Kawasaki GTR 1400

In arrivo la super-tourer su base ZZR

Kawasaki GTR 1400
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 1
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 2
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 3
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 4
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 5
  • Kawasaki GTR 1400 - anteprima 6

Per la nuova Kawasaki GTR 1400 l'obiettivo non è poi nemmeno troppo nascosto: con simili caratteristiche, infatti, la rivale diretta non può essere altro che la gamma turistica BMW, alla quale risponde con la forza di un quattro cilindri millequattro ed uno stile piacevole.
Nel momento del lancio della sorella ZZ-R 1400 era stato dichiarato ufficialmente che il nuovo missile terra-aria sarebbe stato utilizzato come base per una turistica di alto livello, ma sino ad oggi non si era visto nulla e probabilmente non si vedrà nulla sino al prossimo Salone di Colonia: GTR 1400 è stata annunciata come un modello 2008.

Ci sarà da attendere insomma per gestire con la manopola destra i suoi 155 CV a 8.800 giri, con una coppia automobilistica di 136 Nm a 6.200 giri. Valori estremamente interessanti e che passano attraverso alcune soluzioni innovative nel campo delle due ruote, come la distribuzione a fasatura variabile (denominata VVT Variable Valve Timing). A differenza della sorella "sportiva" ZZ-R, poi, la GTR propone il cardano in luogo della catena e dunque un sistema di sospensioni profondamente rivisto: il forcellone è sostanzialmente un quadrilatero deformabile (di derivazione automobilistica anch'esso) pensato per annullare il beccheggio in accelerazione.

Davanti, invece, lavora una bella forcella a steli rovesciati ed un impianto frenante Nissin, dotato di pinze radiali, che fa di tutto per rendere la GTR ancor più aggressiva grazie agli interessantissimi dischi a margherita introdotti per la prima volta in una sportiva di serie , proprio da Kawasaki, sul finire del 2004.

Veramente interessante ed anch'essa degno di una sportiva da cordoli il telaio, che vanta una soluzione monoscocca più leggera ed in grado di assicurare maggiori indici di rigidità torsionale, a tutto vantaggio del piacere di guidare...non solo in autostrada.

Immensa la dotazione di serie: borse laterali, cupolino regolabile elttricamente, ABS, sensori di pressione per gli pneumatici, la Smart Key (per avviare il motore con la chiave nel giubbotto...). Tutto tace per quanto concerne i prezzi: ne sapremo di più nei prossimi mesi.

Autore: KPO

Tag: Novità , strada , quadricilindriche


Top