Attualità e Mercato

pubblicato il 28 luglio 2015

In due sul ciclomotore a 16 anni: ora si può

Sulla Gazzetta Ufficiale una novità che riguarda il trasporto passeggeri per i giovanissimi

In due sul ciclomotore a 16 anni: ora si può

La legge c’è, ed è stata approvata il 23 luglio 2015, ma non è ancora stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale: dà la possibilità di trasportare passeggeri, con ciclomotore o con motociclo, a 16 anni, mentre fino ad oggi si sarebbe dovuta aspettare la maggiore età.

Solo 15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, allora il guidatore over 16 anni potrà trasportare un passeggero; per il momento, occorre essere maggiorenni. In più, ovviamente, sarà necessario essere titolari della patente AM (patentino per i ciclomotori), oppure dell’A1 (per i motocicli e tricicli con determinate limitazioni di ciclindrata e kw) oppure della B1 (per i quadricicli con limitazioni). Comunque occhio: una volta entrata in vigore definitivamente la legge, controllate la Rca. Non deve esserci la clausola della rivalsa per incidente causato da un minorenne. Magari una clausola sottoscritta per pagare una Rca più bassa, e quindi del tutto regolare.

Una bella notizia? Sicuramente apprezzata dai giovanissimi ai quali però ricordiamo che viaggiare da soli oppure col passeggero è molto diverso. Il peso e il bilanciamente del mezzo è totalmente diverso quindi, attenzione in curva (soprattutto quando il passeggero "collabora" poco) e in frenata dove si dovranno calcolare con più margine gli spazi di arresto.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , trasporti


Top