Attualità e Mercato

pubblicato il 27 luglio 2015

Perchè la prossima GSX-R 1000 sarà la Suzuki più importante della storia

Anni di immobilismo dovranno essere spazzati da un unico modello, che non ha solo la responsabilità di essere la migliore Gixxer di sempre, ma forse anche la migliore supersportiva sul mercato

Perchè la prossima GSX-R 1000 sarà la Suzuki più importante della storia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 1
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 2
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 3
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 4
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 5
  • Suzuki GSX-R 1000 K9 - anteprima 6

Suzuki sembra essere pronta a una fase di rilancio, partendo dalle grosse cilindrate per rimettersi al passo con le richieste dell'utenza. Ad Hamamatsu si sta anche lavorando all'erede di una dinastia storica come quella della GSX-R, che proprio quest'anno ha soffiato la trentesima candelina, e tutte le attenzioni si spostano sulla nuova GSX-R 1000, che potrebbe essere il modello più rivoluzionario dell'intera storia delle sportive bianco/blu... o almeno dovrebbe.

La responsabilità sulle spalle di un unico modello

Suzuki ha bisogno del definitivo decollo e questo è palese. Se facciamo un piccolo viaggio nel passato dobbiamo tornare indietro di ben 10 anni per vedere qualche novità davvero concreta nella produzione a due ruote dell'azienda. Era il 2005 quando Suzuki presentò la GSX-R 1000 K5, una moto rivoluzionaria per il marchio che portò la vittoria di Suzuki anche nel mondiale Superbike per la prima volta nella storia. Quello stesso motore, benchè rivisto nel profondo, è ancora un pilastro nel listino ed equipaggia le nuovissima GSX-S. Stessa cosa possiamo dire dei motori Gixxer 600 e 750 e dei bicilindrici 650 e 1000 delle V-Strom, o i motori Bandit, tutti presenti nei listini da ormai metà degli anni '00. L'attuale GSX-R 1000 2015 ha uno schema tecnico sostanzialmente invariato dal 2009.
Suzuki, e il motocicliclismo tutto, hanno bisogno di una GSX-R 1000 2016 rivoluzionaria, una moto che scavalchi in un solo colpo gli oltre 6 anni di "buco" dalla K9 e che rimetta in sesto un reparto sportivo vecchio, con una moto che possa competere ad armi pari con la concorrenza. Questo significa cambiare telaio, motore, estetica e family feeling, è il momento di rischiare perchè proprio in questo momento ci si giocano i prossimi 5-10 anni di produzione di moto sportive. 

La Suzuki che vorrei

La GSX-R 1000 che verrà non potrà accontentarsi di essere la più tecnologicamente avanzata di sempre, dovrà cercare di diventare la sportiva migliore di quest'epoca. Deve essere la migliore, perchè tutta la Suzuki ha bisogno di un rilancio, trainato dall'impegno (e dagli ottimi risultati) della MotoGP nel 2015. Le supersportive sono la bandiera di un marchio e loro tirano il carro delle vendite in tutto il mondo. Non ci si può affidare solo alla bontà e all'equilibrio fenomenale di V-Strom e GSX-S per far capire che sono delle ottime moto per il mercato. A Suzuki serve una moto estrema e superiore a tutte le altre semplicemente per riscattarsi da anni e anni di austerità, di paura della crisi e di investimenti al contagocce. È arrivato il momento di riportare Suzuki sulla bocca di tutti con la Gixxer più esagerata della storia... e speriamo accada davvero questo!

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , superbike , mercato , anticipazioni


Top